Zante

Zante

Zante, la stupenda isola dove secondo la leggenda nacque Venere e che rimase nel cuore del romantico Ugo Foscolo, ha una doppia anima mondana e selvaggia.

Zante (detta anche Zacinto) è la leggendaria isola dove nacquero il poeta Ugo Foscolo, che le dedicò il suo componimento più celebre, e, secondo il mito, anche la dea Venere.

L’iconica Spiaggia del relitto, una delle spiagge più famose di tutte le isole greche, è il simbolo dell’isola: un’immagine da cartolina in cui vi sarete senz’altro già imbattuti ma che vista dal vero è sorprendentemente suggestiva.

Ormai lontani i romanticismi del passato, oggi l‘isola di Zante sembra aver sviluppato una doppia personalità: quella mondana e chiassosa della costa orientale e meridionale, invase dal turismo di massa, e quella dolce e pacata dei promontori nord e sud e delle regioni occidentali e centrali, zone meno battute dai turisti e perfette dunque per chi cerca una vacanza dai ritmi lenti.

Nonostante il proliferare di alberghi, bar e club, l’isola è ancora un luogo dove si può ricercare un contatto profondo con la natura. Grazie all’istituzione di un parco naturale, ancora oggi le tartarughe ogni anno vengono sulle spiagge dell’isola a depositare le loro uova, incantando gli stupefatti turisti che assistono increduli allo spettacolo naturale della schiusa.

Qualunque tipo di turista voi siate, modaiolo, romantico o alternativo, a Zante troverete la vacanza dei vostri sogni.

Scopri di più su Zante

L’isola di Zante è una tra le più belle e più visitate isole della Grecia: a questa affascinante destinazione abbiamo dedicato un sito intero, con informazioni e consigli più approfonditi.

Si tratta di una vera e propria guida online su Zante, con una miniera di informazioni gratuite per organizzare in autonomia e risparmio la vostra vacanza: voli e traghetti, hotel, noleggio auto, le migliori spiagge, attrazioni culturali e tanto ancora!

call_madeVai alla guida su Zante

Dove dormire a Zante

Zante

La città che dà il nome all’isola è una vivace località turistica con un trafficato porto e numerosi negozi, bar, ristoranti e agenzie turistiche che grazie ad una commistione di vecchio e nuovo e alla sua posizione ai piedi della collina Bochali conserva ancora il suo fascino.

Distrutta da un terremoto nel 1953, la città di Zante è stata ricostruita con l’aggiunta di vie commerciali, spaziose piazze ed eleganti edifici; molti dei monumenti e delle chiese storiche sono state ricostruite rispettando fedelmente il progetto originale. In cima alla collina che domina la città potrete vedere anche i resti di una fortezza veneziana.

Nel centro della città abbondano gli hotel di piccole e grandi dimensioni, mentre se preferite una casa vacanza o una villa vi conviene spostarvi a Bochali o Akrotiri, due zone appena alle spalle della città. Dalla collina di Bochali potrete godere di una vista mozzafiato sul porto della città.

Per mangiare avrete solo l’imbarazzo della scelta, tra bar e chioschi, taverne tradizionali, ristoranti chic e roof garden.

hotelGli alloggi nella Città di Zante

Argassi

Non lontano dal capoluogo dell’isola sorge Argasi o Argassi, cittadina di mare ormai votata al turismo che si sviluppa interamente lungo la strada costiera, con la suggestiva vista del monte Skopos sullo sfondo.

Sparse qua e là, talvolta nascoste dalla vegetazione altre volte orgogliosamente esposte al sole, si trovano le rovine di vecchie chiese, case, ponti e acquedotti.

Argassi è la più antica località balneare dell’isola e ciò si riflette nell’ampia offerta di alloggi in questa zona: potrete scegliere tra hotel di varie categorie, appartamenti, monolocali, ville e camere in affitto.

hotelAlloggi a Argassi

Laganas

Solo vent’anni fa Laganas era un piccolo villaggio, oggi invece è il centro nevralgico del divertimento notturno sull’isola di Zante. Questa località, con il suo susseguirsi di bar, pub e club aperti fino a tarda notte, è infatti diventata la meta prediletta dai giovani che vogliono una vacanza al mare all’insegna della movida.

A Laganas troverete un’ampia scelta di hotel con piscina, appartamenti, camere in affitto e un campeggio, ma trattandosi di una delle località più gettonate dell’isola è consigliabile prenotare con largo anticipo.

hotelAlloggi a Laganas

Tsilivi

Tsilivi è un’altra popolare località turistica dell’isola di Zante, dotata di moderne strutture turistiche e numerose possibilità di alloggio, sia direttamente in spiaggia sia sulle colline dell’entroterra per chi vuole un po’ più di tranquillità.

hotelAlloggi a Tsilivi

Villaggi del nord

Tutto quel che avete letto finora riguardo a mondanità e servizi turistici vi sembrerà lontano anni luce se visiterete i villaggi del nord dell’isola.

Agios Leon, Kampi, Exo Chora, Anafonitria e Maries non sono ancora attrezzati per il turismo di massa e questo è un’ingrediente fondamentale del loro fascino: pochi sono gli alloggi disponibili, perlopiù stanze presso privati o villette, mentre per mangiare dimenticate locali chic o ristoranti di tendenza perché troverete solo piccole taverne tradizionali.

Sono tutti situati nell’entroterra e quindi non hanno spiagge, ma se avete un’auto a noleggio non vi sarà difficile raggiungere le principali località dell’isola.

Consigliamo i villaggi del nord a chi vuole conoscere una Zante autentica, lontana dalle logiche del turismo di massa ed immersa in un paesaggio naturale ancora non intaccato dalla cementificazione delle società moderne.

Altre località

Tra le altre località dove soggiornare a Zante segnaliamo:

  • Kalamaki, separata dalla mondana Laganas da una vasta pineta. Gli alberghi di questa zona si integrano perfettamente con il paesaggio circostante.
  • Alykes e Alikanas, due località turistiche limitrofe, quasi indistinguibili l’una dall’altra.
  • Limni Kerì, piccolo villaggio ai piedi di Capo Marathia, di fronte all’isolotto di Marathonissi.
  • Kerì: incantevole villaggio di montagna dove in anni recenti sono stati aperti hotel e resort di lusso.
  • Vassilikos: ampia zona tranquilla e ben curata, con numerose spiagge e casette immerse nel verde.

Cosa vedere a Zante

Grotte

La costa dell’isola è puntellata di suggestive grotte di pietra bianca, che creano straordinari giochi di luce con il riflesso delle acque azzurre dell’Egeo.

Le più famose sono le Grotte Blu, tappa immancabile di ogni gita in barca dell’isola: si tratta di una serie di grotte sul lato nord-ovest dell’isola, da Agios Nikolaos a Capo Skinari: alcune di queste si possono attraversare in barca, altre invece possono essere esplorate solo da sub e nuotatori esperti.

Molto belle sono anche le Grotte di Kerì, che si sviluppano in prossimità del promontorio di Capo Marathia, a sud-ovest dell’isola. Sono raggiungibili solo con un’imbarcazione privata o un tour in barca; anche in questo caso, alcune grotte possono essere attraversate a nuoto mentre altre sono sufficientemente ampie per essere attraversate in barca.

Kampi

Il promontorio di Kampi (o Kabì), a picco sul mare, è uno dei più suggestivi punti panoramici dell’isola. Da qui potrete godere di una vista mozzafiato sull’isola e sul celebre Golfo della Foca, così chiamato perché le foche usano le grotte sottomarine della zona come rifugio dove partorire.

Sulla sommità di Kampi sorge un’imponente croce in cemento, eretta a memoria delle vittime della guerra.

Chiese, musei e monumenti

Per aggiungere un po’ di storia e cultura alla vostra vacanza a Zante non perdetevi i due interessanti musei dell’isola.

Ospitato all’interno di un elegante edificio che domina la piazza principale della città di Zante, il Museo Bizantino espone un’eccezionale collezione di arte sacra, disposta su due piani.

Il Museo Solomos è dedicato allo scrittore Dionysios Solomos, considerato il padre della poesia greca moderna e autore del testo dell’inno nazionale, che nacque proprio a Zante.

Il più bel edificio religioso dell’isola è senz’altro la Chiesa di Dioniso, dedicato al santo patrono dell’isola e riccamente decorata con affreschi e stucchi dorati. All’interno della chiesa è ospitato un museo d’arte sacra, con splendide icone e pergamene.


Spiagge di Zante

La parte più attraente dell’isola sono le sue incomparabili spiagge con sabbia color oro, i pittoreschi villaggi di pescatori o i frequentatissimi abitati costieri, le spiagge organizzate o le insenature isolate con acque trasparenti, le rocce scoscese che provocano timore o spiagge tranquille dove il verde sfiora il mare.

nord della città ci sono le spiagge di Kryoneri e Planos-Tsilivi mentre più a sud si trovano le località costiere di Argassi, un centro di villeggiatura mondano, Kaminia, Porto Zoro, Vasilikos, Porto Roma e Gherakas. A sud, il golfo di Laganas con gli abitati di Kalamaki, Laganas e Agios Sostis è il più grande centro di villeggiatura dell’isola.

Sulle coste occidentali, dove vengono a formarsi le baie di Exo Chora e di Vromi o Porto Vromi, si trova la famosa e premiata spiaggia del relitto, ritenuta una delle più belle del mondo. Sulle spiagge nordorientali si può godere il mare ad Agia Ekaterini, Alikanàs, Alykes, Agia Kyriaki, Makrys Yalos, Agios Nikolaos ed altre.

Spiaggia del Relitto

La Spiaggia del relitto (nota come Navagio in greco) non è solo una delle principali attrazioni dell’isola di Zante, ma una delle spiagge più famose e fotografate di tutta la Grecia, ormai diventata uno degli emblemi del turismo nella Grecia moderna.

Questa celebre spiaggia di finissimi ciottoli bianchi in una delle baie più remote dell’isola sembra essere stretta in un abbraccio da due enormi promontori quasi verticali che la sovrastano e al tempo la proteggono, riparandola dai venti e dalle correnti.

La spiaggia del Relitto, Navagio Beach

Nel 1983 naufragò su questa spiaggia una barca di contrabbandieri, che da allora non è più stata mossa ed è diventata un elemento imprescindibile del paesaggio, dando persino il nome alla spiaggia.

Non aspettatevi di trovare la spiaggia del relitto semideserta come appare nelle foto dei cataloghi da agenzia turistica: si tratta di una delle attrazioni più visitate di tutta la Grecia e ogni giorno fanno tappa qui numerosissimi tour turistici.

Nonostante la folla, il fascino del luogo non deluderà le vostre aspettative: è semplicemente impossibile dimenticare questa iconica spiaggia e lo straordinario colore azzurro del mare che bagna le sue sponde.

Come raggiungere la Spiaggia del Relitto

La Spiaggia del Relitto a Zante si può raggiungere soltanto via mare, con un’imbarcazione privata o un taxi boat in partenza dalla vicina insenatura di Porto Vromi o da Aghios Nikolao.

Un’altra possibilità è quella di partecipare a uno dei numerosissimi tour in barca che vengono organizzati dagli operatori locali.

Il miglior punto panoramico per fotografare la spiaggia dall’alto, proprio come avete visto nelle immagini di tantissimi siti e guide turistiche, è la terrazza panoramica che trovate su uno dei promontori che la sovrastano.

Si raggiunge percorrendo una strada asfaltata che incontrerete tra i villaggi di Volimes e Anafonitria e scendendo poi alcuni gradini dal parcheggio.

Altre spiagge

Se la spiaggia del relitto è l’indiscussa star del turismo a Zante, esplorando l’isola si possono trovare altre stupende spiagge.

Ecco alcune delle spiagge più belle di Zante:

  • Gerakas: suggestiva spiaggia sabbiosa sull’estremità meridionale dell’isola, dichiarata zona protetta perché qui vengono le tartarughe a deporre le loro uova. Da maggio a ottobre nelle prime ore del mattino è possibile assistere all’affascinante schiusa delle uova e vedere decine di esemplari di tartaruga prendere la via del mare: se lo fate, ricordate di avere il massimo rispetto per la natura.
  • Porto Limniosas: questa remota spiaggia perfetta per gli amanti dello snorkelling è in realtà più simile a un fiordo, con alcune rocce piatte su cui ci può stendere a prendere il sole. Difficile da raggiungere e priva di servizi, la consigliamo a chi ama i luoghi selvaggi e poco affollati.
  • Makris Gialos: stupenda spiaggia di sabbia e ciottoli, che si raggiunge percorrendo una strada costiera da cui si può godere di un panorama mozzafiato. I più avventurosi potranno esplorare le straordinarie grotte sottomarine che si aprono lungo la costa.
  • Psarou: tranquilla lingua di sabbia, adatta a chi non ama la folla.
  • Plakaki: una roccia piatta da cui ci si può tuffare in un mare dai colori mozzafiato; si raggiunge scendendo un ripido sentiero. Sconsigliata a chi viaggia con bambini piccoli.

Nuotare con le tartarughe

Uno dei simboli di Zante sono le graziosissime tartarughe marine, o tartarughe caretta caretta, che vengono sull’isola per depositare le loro uova.

Nel 1999 allo scopo di proteggere le tartarughe e favorirne la riproduzione è stato creato il Parco Nazionale Marino di Zante, una riserva naturale di 135 mq nella baia di Laganas.

Nelle acque circostanti le spiagge di Laganas non è così infrequente vedere le tartarughe nuotare liberamente in mare e se siete fortunati potrete anche nuotare assieme a loro: un’esperienza emozionante che senz’altro vi resterà nel cuore per moltissimi anni!


Come raggiungere Zante

Zante è una delle isole greche più facilmente raggiungibili via mare o aereo dall’Italia. Durante l’estate sono disponibili voli diretti in partenza da diverse città italiane; i traghetti diretti per Zante partono da Bari e Brindisi.

Potete prendere un traghetto anche da altre isole greche o dal porto del Pireo ad Atene: consigliamo questa soluzione solo se desiderate visitare altre località, perché sommando i costi dei diversi biglietti verrete a spendere di più.

Dove dormire a Zante

Cerchi un Hotel a Zante? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili a Zante
Aeroporto di Zante

Aeroporto di Zante

L’aeroporto di Zante Dionysios Solomos (ZTH), attivo dal 2008 e intitolato al maggiore poeta di...
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 5 su 1 voti