Propilei

L'accesso monumentale dell'Acropoli di Atene è costituito dai Propilei e si compone di un corpo centrale e di due ali laterali.

L’accesso monumentale dell’Acropoli è costituito dai Propilei. L’ingresso, progettato dall’architetto Mnesicle, è stato costruito tra il 437 e 432 a.C. quando la sua realizzazione venne interrotta a causa della guerra del Peloponneso e si compone di un corpo centrale e di due ali laterali.

Costruiti con l’utilizzo del marmo bianco pantelico e la pietra grigia di Eleusi, i Propilei hanno un aspetto unico e superano le difficoltà di integrazione sia con le diverse elevazioni del sito che con l’architettura già esistente.

Il corpo centrale presenta 6 colonne doriche, simili a quelle del Partenone, un corridoio con tre colonne ioniche su entrambi i lati e sei colonne doriche sull’uscita a ovest.

Le ali indipendenti rappresentano la parte incompiuta del progetto originale: nella parte settentrionale si trova la Pinacoteca,  progettata per essere una galleria d’arte e un luogo peri banchetti, mentre a sud si trova un semplice portico.

La campata delle travi orizzontali del tetto dei Propilei è particolarmente impressionante ed è molto più lunga rispetto alla norma dell’architettura greca del tempo. Davanti ai Propilei si trova un massiccio piedistallo di marmo grigio di 10 metri di altezza su cui sorgeva una scultura raffigurante un carro trainato da 4 cavalli in onore del re di Pergamo.

Nel corso dei secoli l’edificio è stato trasformato prima in palazzo del vescovo bizantino e nella metà del XVII secolo fu destinato a polveriera. Sfortunatamente a seguito di un’esplosione fu gravemente danneggiato ma grazie ai lavori di restauro i Propilei hanno riacquistato in parte il loro antico splendore.

Mappa

Alloggi Propilei

Cerchi un alloggio in zona Propilei?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Propilei
Mostrami i prezzi