Cipro

Nicosia

C'è una città in Europa divisa in due com'era un tempo Berlino: è Nicosia, la capitale di Cipro, una meta ancora poco nota che merita di essere scoperta.

Nicosia (Lefkosia in cipriota) è una delle capitali europee più ingiustamente snobbate dai turisti. È l’ultima capitale divisa al mondo: una divisione geografica, politica e culturale tra Grecia e Turchia. Per il turista questa frattura è un elemento che aggiunge ulteriore fascino a questa città dalla storia millenaria, sorprendentemente ricca di musei, monumenti e attrazioni culturali.

Nonostante le ferite lasciate dagli episodi drammatici dell’occupazione turca siano ancora aperte, oggi Nicosia è una città moderna e vivace animata da fermenti culturali e divertimenti notturni. Davvero non merita il trattamento che le riserva la maggior parte dei turisti, ovvero una veloce visita di mezza giornata.

Rimanete più a lungo, approfittando dei prezzi economici degli hotel (decisamente inferiori rispetto a quelli della costa) e assaporate in pieno la magica atmosfera di questa capitale tutta da scoprire. Quando il caldo si fa eccessivo, le spiagge sono solo a un’ora di strada.

Cosa vedere a Nicosia

Munitevi di scarpe comode perché tra visite culturali, shopping e passeggiate urbane Nicosia vi terrà occupati per diverse ore al giorno. Ecco le attrazioni top della capitale cipriota.

Linea Verde

La Linea Verde sta a Nicosia come il Muro stava a Berlino. Con questo nome si indica colloquialmente la zona cuscinetto dell’ONU che divide la città di Nicosia in due parti, una appartenente alla Repubblica di Cipro e l’altra allo stato non riconosciuto di Cipro del Nord: un concreto promemoria sulla divisione in due dell’isola.

Proprio come il muro di Berlino, è diventata una delle principali attrazioni turistiche della città. Non si tratta però di un muro divisorio, ma di un’area della città all’interno della quale è possibile camminare.

Una passeggiata all’interno della Linea Verde è un’esperienza a tratti surreale: vi imbatterete in vie che non portano da nessuna parte, delimitate da barricate abbandonate da decenni e fiancheggiate da case decadenti. In certi punti vedrete sventolare la bandiera greca, in altri la bandiera turca.

Non si può certo definire un’area pittoresca, ma è interessante per conoscere la storia dell’isola e cercare di immedesimarsi nel vissuto dei suoi abitanti.

Buyuk Han

Il Buyuk Han (talvolta indicato nelle guide turistiche come Great Inn) è una magnifica costruzione nella parte turca di Nicosia, considerato uno dei più bei edifici dell’isola: un caravanserraglio costruito dagli ottomani nel 1572 che serviva come luogo di riposo e ristoro per mercanti e viandanti.

Si presenta come un edificio a due piani con un cortile interno a cui si accede tramite due porte, una a est e una a ovest. Al centro del cortile troneggia una minuscola, graziosissima moschea. Con le sue antiche mura in pietra, gli archi bizantini, i freschi porticati adornati di piante e fiori è un luogo davvero piacevole per fare splendide foto e riposarsi un po’.

Oggi le stanze e gli appartamenti dove un tempo dormivano i mercanti ospitano negozi di artigianato e souvenir e una caffetteria.

Via Lidras

Via Lidras (talvolta indicata nelle guide con il nome inglese Ledra street) è il cuore commerciale di Nicosia: una via pedonale nel centro storico fiancheggiata da negozi e bar, dove i ciprioti si riversano per fare acquisti e socializzare. D’estate viene coperta da teloni agganciati agli edifici sui due lati della via che creano una zona d’ombra.

Ledra street è un centro nevralgico della vita cittadina ma ha anche un importante valore simbolico perché lungo la via si apre un varco che permette di passare dalla parte greca a quella turca.

Aperto nel 2008, il crossing point di Ledra Street è l’unico accesso pedonale ricavato all’interno delle mura medievali della città.

Mura veneziane

Le mura costruite nel 1567 dai Veneziani cingono la parte antica di Nicosia. Furono costruite per difendere la città dalle invasioni ma si rivelarono inefficaci perché gli ottomani sconfissero i venenziani soltanto tre anni dopo.

In compenso però le mura resistettero al passare dei secoli e ancora oggi le possiamo ammirare pressoché intatte. Una passeggiata lungo le mura è una delle esperienze imperdibili a Nicosia e se siete fortunati potrete anche assistere a uno spettacolo all’aperto.

Lungo le mura si contano dieci bastioni, di cui 5 ricadono nella zona sud (greca) e 5 nella zona nord (turca).

Quartiere Chrysaliniotissa

Una delle zone più caratteristiche di Nicosia è il quartiere Chrysaliniotissa, una zona residenziale che sorge intorno all’omonima chiesa stretta tra l’estremità della Città Vecchia e la Linea Verde.

Le sue vie e i suoi vicoli su cui si affacciano graziose case del primo Novecento restaurate con gusto e adornate di fiori sono perfette per una rilassante passeggiata cittadina.

Musei

Il numero di musei presenti a Nicosia è davvero impressionante e testimonia la vivacità culturale di questa capitale ancora sottovalutata dai turisti, spaziando dall’arte antica a quella contemporanea passando per il folklore, la storia nazionale, la filatelia e altri temi ancora.

Ecco i 5 musei più interessanti di Nicosia:

Se vi avanza tempo potete dare un’occhiata anche a questi:

Chiese e moschee

Anche per quanto riguarda gli edifici religiosi Nicosia può vantare un gran numero di esempi interessanti, dall’alto valore storico e artistico. L’architettura religiosa di Nicosia è inoltre preziosa testimonianza del mix di popoli e culture che si sono succedute nei secoli sull’isola di Cipro.

Durante la vostra visita alla città date un’occhiata alle sue chiese e moschee più belle:

Spiagge di Nicosia

La città di Nicosia si trova nell’entroterra di Cipro, a circa 50 km dalle spiagge più vicine nella parte greca e a una trentina da quelle della parte turca.

La zona di Ayia Napa è poco più distante e si raggiunge in poco più di un’ora di auto: è nota per le spiagge dei giovani in cerca di divertimento notturno, ma lungo questo tratto di costa è possibile trovare anche spiagge tranquille inserite in uno splendido contesto naturale.

Dove dormire a Nicosia

Quando si tratta di scegliere dove dormire a Nicosia il dubbio che assale i turisti è: zona greca o zona turca? Quella greca è la scelta migliore per ragioni pratiche (siete all’interno dell’UE, potete pagare in euro e non vi verrà chiesto il passaporto), ma potrete trovare una buona scelta di hotel, b&b e appartamenti sia nella zona greca che in quella turca.

Rimanete all’interno della mura cittadine se volete comodamente raggiungere le principali attrazioni turistiche. Via Lidras e il vicino Quartiere Popolare sono le aree in cui si concentra la maggior parte delle strutture albeghiere.

I prezzi degli hotel a Nicosia sono buoni, soprattutto d’estate quando la città si svuota a causa del caldo.

Come raggiungere Nicosia

L’aeroporto internazionale di Nicosia, un tempo molto attivo, è stato chiuso negli anni Settanta in seguito all’occupazione turca.

Oggi l’aeroporto di riferimento per chi vuole raggiungere Nicosia dall’Italia è Larnaka, il più vicino; in alternativa si può prendere un volo per Pafos, che però si trova dalla parte opposta dell’isola.

Dall’aeroporto di Larnaka è possibile arrivare a Nicosia con uno shuttle bus in servizio 24 ore su 24 con corse ogni ora circa. La durata del viaggio dall’aeroporto a Nicosia è di circa 35 minuti. In alternativa è possibile noleggiare un’auto all’aeroporto.

Bus locali collegano Nicosia a tutte le principali località dell’isola.

Biglietti di ingresso e attività

Quelli che seguono sono i biglietti e i tour più richiesti a Nicosia che vi consigliamo di non perdere.

Dove si trova Nicosia

Vedi gli Hotel in questa zona
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Località nei dintorni

Condividi