Cipro

Pafos

Afrodite, dea della bellezza, scelse Pafos a Cipro come luogo in cui emergere dal mare. Fidatevi del buon gusto di una dea: è una meta da sogno.

Dalle cristalline acque nei pressi di Pafos nacque Afrodite, dea dell’amore e della bellezza: in questa leggenda sono racchiusi i due ingredienti del successo turistico della città più importante sulla costa ovest di Cipro, ovvero il mito e i paesaggi.

Chiamata anche Pafo o Paphos, è divisa in due: Kato Pafos (città bassa) e Ktima Pafos (città alta). La città bassa è quella più turistica, con vie intasate di bar e negozi di souvenir: basta però lasciare le strade principali ed esplorare quelle secondarie, ignorate dai turisti, per scoprire tesori nascosti come bagni medievali, catacombe e piccole chiese.

Nella città alta si respira tutt’altra atmosfera. La vita scorre sempre uguale da secoli, scandita da piccoli rituali quotidiani. È una zona ricca di attrazioni culturali: qui si concentrano i principali musei cittadini e splendidi palazzi coloniali che oggi ospitano uffici governativi.

La costa di Pafos è un susseguirsi di arenili e insenature, con spiagge per tutti i gusti: piccole e grandi, libere e attrezzate, raggiungibili a piedi dal centro o remote. Il mare è di un azzurro seducente.

Sarebbero bastati i luoghi di Afrodite e le magnifiche spiagge per attirare frotte di turisti, ma Pafos vanta anche un sito archeologico che le è valso il titolo di Capitale Europea della Cultura nel 2017 (insieme a Aarhus in Danimarca). Con una vacanza a Pafos non avrete certo il problema di come riempire le giornate.

Spiagge di Pafos

La spiaggia municipale nel centro di Pafos e Vrysoudia, altra spiaggia cittadina, sono comode opzioni per qualche ora di relax sotto il sole, ma ci sono spiagge molto più belle nei dintorni.

Coral Bay, considerata la spiaggia più bella di tutta la costa ovest di Cipro, si trova a soli 12 km da Pafos. Un’insenatura che curva dolcemente, sabbia dorata, acque calme e trasparenti: è perfetta per ore di relax o di avventure in acqua. È una spiaggia attrezzata, con noleggio ombrelloni e chioschi.

A soli 8 km dal centro, in direzione nord, si trova Kissonerga, una lunga spiaggia sabbiosa attorniata da piantagioni di banane e poco altro. È una spiaggia libera, con pochi servizi nei dintorni, perfetta per chi cerca solitudine e natura.

Più lontana (circa 27 km) è l’incantevole Lara Beach, una spiaggia selvaggia di sabbia finissima incastonata in una baia a forma di ferro di cavallo. Le tartarughe caretta caretta la scelgono per fare i loro nidi: siate rispettosi del delicato ecosistema di questa zona.

La migliore spiaggia per famiglie di Paphos è Alykes Beach: comoda da raggiungere dal centro e dotata di tutti i servizi, alterna zona di sabbia a tratti rocciosi. Le acque sono calme e pulite.

Se cercate scorci romantici e panorami da cartolina ecco le migliori spiagge dove ammirare il tramonto: Akamas Beach, Chloraka, Ayios Georgios, Kissonerga, Coral Bay e il luogo di nascita di Afrodite. Altre spiagge da non perdere a Pafos e dintorni sono Blue Lagoon, Yiannakis Beach e Geroskipou Beach.

Non fatevi mancare durante la vostra vacanza un gita in barca per ammirare le numerose grotte marine disseminate lungo la costa della regione di Pafos.

I luoghi di Afrodite

Tracce del millenario culto di Afrodite sono disseminate in tutta l’isola: ecco i luoghi più interessanti e significativi.

Luogo di nascita di Afrodite

Petra tou Romiou

Se non fosse per la dea, Petra tou Romiou sarebbe famosa come la spiaggia più bella di Pafos; invece, il mito l’ha resa celebre come il luogo di nascita di Afrodite. Secondo la mitologia greca, è infatti questo il punto dove la dea dell’amore e delle bellezza è emersa dal mare.

Non male come scelta: le acque che bagnano questa baia incantevole sono azzurrissime e trasparenti e l’enorme roccia che sovrasta la baia è intrisa di fascino e mistero.

Nonostante sia una delle attrazioni più visitate di Pafos, la spiaggia di Petra tou Romiou è davvero imperdibile, sia per la bellezza mozzafiato del paesaggio sia per la suggestione di storie e leggende millenarie, e in genere non risulta troppo affollata.

Potrete fare rilassanti passeggiate, bagnarvi i piedi in acque degne di una dea o scattare magnifiche foto panoramiche dalla strada d’accesso. Non è consentito salire in cima alla roccia: questo privilegio è riservato agli dei dell’Olimpo; nuotare è invece pericoloso a causa delle correnti.

Bagni di Afrodite

Dopo aver visto dov’è nata, andata a vedere i Bagni di Afrodite, una sorgente d’acqua all’interno di una piccola grotta dove la dea amava bagnarsi e dove avvenne l’incontro fatidico con Adone.

Dal parcheggio dei bagni di Afrodite potete anche arrivare a una piccola spiaggia di ciottoli con un ristorantino di pesce. È una strettissima striscia di terra lambita dal mare a ridosso di un promontorio roccioso, raggiungibile con una breve sentiero a piedi.

Afrodite Trail

Nei pressi dei Bagni di Afrodite si estende il sentiero trekking Afrodite Trail, un percorso a piedi ad anello di circa 7,5 km che circonda la magnifica penisola di Akamas. Le viste sul mare e in particolare sulla Blue Lagoon sono spettacolari.

Il sentiero è ben curato e non presenta particolari difficoltà, se si esclude una ripida salita all’inizio. Ricordatevi di proteggervi dal sole e portare con voi un’abbondante scorta d’acqua.

Santuario di Afrodite

Il Santuario di Afrodite è uno dei luoghi storicamente più importanti legati al mito di Afrodite e ironicamente uno dei meno visitati.

Il complesso comprende i resti di un tempio e di una casa entrambi d’epoca romana, un piccolo santuario e una pietra conica che rappresentava la dea prima della conquista romaa. L’idillica posizione sulla collina del vilaggio di Kouklia con viste panoramiche sul mare aggiunge fascino a questo luogo dal respiro epico.

Oltre alle rovine antiche potrete visitare un piccolo museo con reperti provenienti dagli scavi in zona.

Cosa vedere a Pafos

Spiagge e luoghi di Afrodite sono sufficienti per riempire una vacanza intera, ma se amate storia e cultura potete aggiungere al vostro programma di viaggio a Pafos numerose altre attrazioni.

Sito archelogico Nea Pafos

L’attrazione top è il sito archeologico di Nea Pafos, a ovest della città bassa: qui potrete vedere ciò che resta dell’antica città di Pafos, fondata nel IV secolo aC e un tempo circondato da mura massicce. Conquistata dai Romani nel 58 dC, rimase per secoli il più importante centro politico e amministrativo di Cipro.

La vera meraviglia del parco è la splendida collezione di mosaici che un tempo decoravano tre lussuose ville romane a Pafos: la Casa di Dioniso, la Villa di Teseo e la Casa di Aion. Sono quasi tutti decorati con storie della mitologia greca; i due più famosi sono il mosaico di Teseo nel labirinto e il mosaico di Scilla e Cariddi.

All’interno del parco potrete inoltre ammirare i resti dell’Agorà, dell’Askipieio (dedicato al dio della medicina), di un teatro semicircolare e della fortezza medievale Saranta Kolones.

Tombe dei Re

La seconda attrazione imperdibile di Pafos è un altro gioiello dell’antichità: le Tombe dei Re, una necropoli del periodo ellenico e romano così chiamata per la sua magnificenza.

Le tombe riportate alla luce sono sette, disseminate in un’ampia area desertica a ridosso del mare: la più impressionante è la numero tre, con un atrio aperto sotto il livello della superficie e circondato da un colonnato.

La loro unicità consiste nel fatto che – fatto piuttosto inusuale nell’antichità greca – l’architettura di queste tombe è fortemente influenzata dalla tradizione egiziana e dalla credenza secondo cui il luogo di sepoltura doveva assomigliare alle case dei vivi.

Chiesa Panagia Chrysopolitissa

Un altro importante sito archeologico di Pafos è quello di Panagia Chrysopolitissa dove è possibile ammirare ciò che rimane di un’imponente basilica paleocristiana: le fondamenta, una serie di magnifiche colonne in marmo e alcuni mosaici.

Sul lato ovest della basilica si trova la Colonna di San Paolo, a cui il santo venne legato per essere frustrato. Dopo 39 frustrate non fu lui a cedere ma il suo aguzzino, un governatore romano che si convertì al cristianesimo.

Altre attrazioni a Pafos

Vi è rimasto altro tempo a disposizione? Bene, perché la lista di cose da vedere a Pafos si può ancora allungare con queste attrazioni:

Le attrazioni family-friendly di Pafos comprendono: zoo, parco acquatico, tour con asinelli, jeep safari, pista go kart e sentieri ciclabile di facile livello.

Dove dormire a Pafos

Pafos offre un’ampia scelta di strutture alberghiere, con proposte per tutte le tasche e tutte le tipologie di vacanza.

Le famiglie possono scegliere tra confortevoli case e appartamenti vacanza e hotel di fascia media dal buon rapporto qualità prezzo. Coppie in fuga romantica troveranno hotel per soli adulti che garantiscono discrezione, silenzio e charme. I viaggiatori low cost troveranno alcune buone opzioni budget come guesthouse a gestione familiare e ostelli. Chi invece cerca lusso e comodità può scegliere tra un paio di esclusivi resort fronte spiaggia.

Come raggiungere Pafos

Pafos dispone di un aeroporto internazionale collegato ad alcune città italiane da voli di compagnie low cost e charter. Dall’aeroporto si raggiunge facilmente il centro città, a soli 6 km di distanza, con un bus navetta.

Se l’aeroporto italiano di partenza non vi è comodo da raggiungere le possibilità sono due: volare su Larnaca, l’altro aeroporto internazionale dell’isola di Cipro, oppure arrivare a Pafos facendo scalo in una città europea.

Anche dall’aeroporto di Larnaca potrete raggiungere Pafos in autobus via Limassol: la durata del viaggio è di circa 50 minuti, con una corsa ogni ora circa.

Biglietti di ingresso e attività

Quelli che seguono sono i biglietti e i tour più richiesti a Pafos che vi consigliamo di non perdere.

Dove si trova Pafos

Vedi gli Hotel in questa zona
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.7 su 6 voti

Località nei dintorni

Condividi