Creta

Cosa vedere a Creta

L’isola di Creta ospita non solo siti archeologici, spiagge dall’acqua cristallina e baie incontaminate ma anche itinerari escursionistici attraverso vallate, canyon e boschi.

Una storia millenaria unita ad una bellezza naturale a tratti selvaggia: questa è l’isola di Creta, la più grande e la più popolosa delle isole greche. Culla prima della civiltà micenea e poi di quella minoica, l’isola di Creta fu luogo di occupazione di molti popoli che hanno lasciato in eredità il loro patrimonio architettonico e culturale.

A Creta si possono trovare alcune delle attrazioni più significative della Grecia come importanti centri archeologici, storici edifici religiosi, magnifiche città e interessanti musei. Tutto questo si unisce ad un ambiente naturale unico, non solo per le spiagge dall’acqua cristallina e per le sue baie incontaminate ma anche per i suoi itinerari escursionistici che attraversano vallate, canyon, montagne e boschi.
L’isola sa accontentare anche i più giovani e gli amanti delle feste dato che diverse località si rivelano come la meta ideale per coloro che amano la vita notturna, i party in spiaggia e i locali per ballare fino a tarda notte.

A Creta si trovano, inoltre, un gran numero di edifici religiosi tra chiese, moschee e monasteri. Proprio questi ultimi spesso si rivelano come dei luoghi davvero speciali perché si trovano in ambienti isolati, lontani dai centri cittadini e in contesti unici. I monasteri hanno svolto un ruolo molto importante nella storia dell’isola perché sono stati spesso luogo di rifugio e ultimo baluardo di resistenza durante le invasioni dell’impero ottomano.

Palazzo di Cnosso

1Φειδίου 8, Iraklio 714 09, Grecia (Sito Web)

Uno dei luoghi più celebri della mitologia classica, il magnifico Palazzo di Cnosso si trova a soli sei chilometri dalla città di Heraklion. Cnosso era la città capitale dell’antica civiltà minoica dove fu costruito nel 1900 a.C. un palazzo non solo per ospitare la famiglia reale, ma anche come centro finanziario, religioso e commerciale. I resti di questa importante civiltà si trovano all’interno del sito archeologico ricostruito dall’archeologo britannico Sir Arthur Evans.

Sebbene secondo molti esperti la ricostruzione fatta non rispecchi l’originale e sia del tutto arbitraria, il sito del Palazzo con le molteplici sale, i grandi cortili e i meravigliosi affreschi rimane comunque una tappa imperdibile. Da visitare assolutamente la sala del trono di Minosse e gli appartamenti reali dove, soprattutto le sale da bagno della regina, si rivelano come un’opera davvero unica.

Oltre ad essere un importante sito archeologico, Cnosso è speciale perché legato alla leggenda del Minotauro, una creatura metà uomo e metà toro. Secondo la mitologia greca, il re Minosse fece costruire un labirinto per rinchiudere il Minotauro, una creatura mostruosa che uccideva i giovani del posto. La storia narra che, fu Teseo ad entrare nell’intricato labirinto e ad uccidere il Minotauro grazie all’aiuto di Arianna, figlia del re Minosse.

Maggiori informazioni

Palazzo Minoico di Festo

2Φαιστού, Ag. Ioannis 702 00, Grecia (Sito Web)

Secondo centro archeologico dell’isola per fama dopo Cnosso, Festo sorge nella pianura di Messara nella prefettura di Heraklion. Radamante, figlio di Zeus e fratello minore del re Minosse, fece costruire il Palazzo di Festo come sua reggia attorno al 1900 a.C.. Il complesso purtroppo fu distrutto da un terremoto nel 1700 a.C. ma poi ricostruito secondo una struttura molto simile a quello di Cnosso.

Fu la Scuola Italiana di Archeologia a portare alla luce il sito archeologico di Festo che, a differenza di Cnosso, non ha subito alcun tipo di ricostruzione. Il complesso era composto da un ingresso monumentale che conduceva alla corte rettangolare, chiusa da un colonnato, alle stanze dei magazzini e alle sale di servizio. Il cortile centrale, gli appartamenti reali e il teatro all’aperto sono tra le tappe da non perdere durante una visita a questo sito.

Gole di Samaria

3Samaria Gorge, Sfakia 730 11, Grecia

L’isola di Creta è caratterizzata dalla presenza di numerose gole scavate nella roccia da fiumi e torrenti. La più famosa tra tutte è senz’altro la Gola di Samaria (o meglio Samarià) che si trova all’interno del Parco Nazionale e va da Omalos fino alla spiaggia di Agia Roumeli sul mar Libico.

Il percorso è lungo circa 16 km e si snoda all’inizio lungo un sentiero in discesa che attraversa una foresta verdeggiante, per poi proseguire in un percorso più pianeggiante all’interno della gola vera e propria. Qui si cammina tra alte pareti di roccia che in certi punti si stringono fino a quelle che vengono chiamate “Porte di Ferro” ovvero una parte del percorso “larga” appena 3 metri.

Chania

Il vecchio porto di Chania

Soprannominata la Venezia d’Oriente, Chania è un vero gioiellino nella costa nord-occidentale dell’isola di Creta. La città ha un patrimonio storico e architettonico davvero unico, in cui convivono in armonia moschee, chiese ed edifici in stile veneziano.

La parte più antica della cittadina “la vecchia Chania” si snoda attorno al porto ed è composta da un labirinto di vicoli in cui potersi perdere tra negozietti e piccole taverne. Da non perdere anche la zona di Tabakaria, il rione dell’isola che un tempo accoglieva le concerie della città ed ora ospita piccoli negozi che vendono articoli artigianali in pelle.

Maggiori informazioni

Heraklion

Heraklion, chiamata anche Candia è la capitale dell’isola di Creta nonchè la città più grande. Il suo aeroporto è il più trafficato dell’isola, mentre d’estate il porto è collegato giornalmente con il Pireo e le principali isole delle Cicladi. E’ uno dei centri di divertimento dell’isola, nonchè una delle località turistiche più frequentate, grazie anche ad attrazioni uniche come il Palazzo di Cnosso.

Da non perdere il Museo Archeologico di Heraklion, che custodisce oggetti che raccontano più di cinquemila anni di storia cretese con una sezione dedicata interamente alla civiltà minoica. La maggior parte dei reperti trovati nei siti archeologici di Festo, Cnosso, Malia e altri luoghi sono ora custoditi in questo museo.
Qui si trovano conservati anche il famoso disco di Festo, un disco di terracotta risalente al 1700 a.C. ritrovato al Palazzo di Festo, e i bellissimi affreschi che decoravano le pareti del Palazzo di Cnosso.

Maggiori informazioni

Monastero di Arkadi

È il più importante monastero dell’isola sia per il suo fascino sia per la storia che lo ha reso protagonista di una delle pagine più tragiche di Creta. Era l’anno 1866 quando durante l’occupazione turca il Monastero di Arkadi era diventato luogo di rifugio per diversi rivoluzionari e per parte delle popolazione che si ribellava al dominio turco. Per questo motivo il monastero fu attaccato dai turchi che avevano però più uomini, più armi e più munizioni rispetto alla popolazione locale. Di fronte alla sconfitta la gente del luogo, pur di non arrendersi e consegnarsi al nemico, decise di farsi esplodere nel magazzino della polvere da sparo.

La struttura originale del monastero è stata ricostruita ed è ora visitabile ai turisti che possono ripercorrere la sua storia. Da non perdere una visita alla Chiesa con una facciata originale risalente al XVI e al museo che conserva testimonianze ed armi relative all’assedio ottomano. Il monastero è facilmente raggiungibile dalla città di Rethymno dato che si trova a soli 20 km da questa.

Monastero di Toplou

7Toplou 723 00, Grecia (Sito Web)

Uno dei monasteri più famosi di Creta per il suo ruolo religioso ma anche storico, il Monastero di Toplou si trova nella parte più orientale dell’isola non lontano dalla cittadina di Sitia. Il monastero sembra risalire al XV secolo anche se il suo nome attuale, Toplou Monastir, è di origine turca e significa “Monastero dei Cannoni” questo perché era una delle fortificazioni veneziane meglio protette.

Durante l’occupazione turca questo monastero ospitava i cittadini cretesi che erano ricercati, mentre nel periodo di occupazione tedesca, durante la seconda guerra mondiale, il monastero fu utilizzato come base dal movimento di resistenza nazionale.

Loutro

Loutro è un piccolo paesino incastonato nella roccia lungo la costa meridionale dell’isola, nella prefettura di Chania. Questo borgo è una posto magico che si può raggiungere solamente in due modi: a piedi o via mare. Sia che vogliate fare il percorso a piedi che raggiungere Loutro in barca il punto di partenza migliore è la città di Chora Sfakion.

A Loutro il tempo sembra essersi davvero fermato: case bianche con il tetto blu si alternano a piccole taverne e a bed breakfast affacciati su un mare dalle acque cristalline. Questo è il posto ideale per tutti coloro che amano la pace e la tranquillità e per coloro che preferiscono soggiornare in piccole strutture dall’atmosfera familiare.

Rethymno

Un’altra cittadina cretese che è un interessante connubio tra storia e cultura è Rethymno, dove l’architettura veneziana convive con quella turca, storiche chiese convivono con splendide moschee. Il porto della città dominato dall’imponente fortezza veneziana è sicuramente uno dei posti migliori in cui sedersi per consumare un pranzo di pesce guardando il mare.

Gli stretti e acciottolati vicoli del suo centro sono circondati da edifici in stile italiano con portoni di colore blu e da tradizionali taverne in cui provare la cucina cretese. Da non perdere una visita alla bellissima Moschea Neratze, che, ai tempi del dominio veneziano, era una chiesa dedicata alla Vergine ma durante il dominio ottomano fu trasformata in moschea.

Isola di Chrissi

10Chrysi, Ierapetra, Grecia

Nel mar Libico davanti alla costa meridionale dell’isola di Creta si trova l’isola di Chrissi famosa per le sue acque tropicali e per la sua “golden beach”. Quest’isola è nota per la sua spiaggia dal colore dorato che è il risultato della frantumazione naturale di innumerevoli conchiglie che si sono mescolate alla sabbia.

Chrissi, chiamata anche Gaiduronìsi, è un’area protetta dove non è possibile fermarsi a dormire ma dove è possibile trascorrere una giornata di mare davvero indimenticabile. Le spiagge principali dell’isola sono quattro e sono facilmente raggiungibili con una corsa in battello dalla città di Ierapetra.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo.

Approfondimenti

Palazzo di Cnosso

Palazzo di Cnosso

Il palazzo di Cnosso si trova a 6 km dalla città di Heraklion ed è un sito dove è possibile ammirare un maestoso capolavoro eretto dalla civiltà minoica nel 1700 a.C.
Chania

Chania

Soprannominata la Venezia d’Oriente, Chania è una cittadina vivace e multiculturale in cui segni delle dominazioni veneziana e ottomana convivono creando un ambiente unico.
Heraklion

Heraklion

Heraklion è una vivace cittadina situata nell’isola di Creta, famosa non solo per le sue spiagge ma anche per ospitare siti archeologici come Cnosso e Festo.
Agios Nikolaos

Agios Nikolaos

Situata nella parte orientale di Creta, Agios Nikolaos ha un centro cittadino caratterizzato dalla presenza del Lago Voulismeni e nelle vicinanze bellissime spiagge dall'acqua cristallina.
Kissamos

Kissamos

Kissamos è la località ideale per scoprire la parte più occidentale dell’isola di Creta data la sua vicinanza alle famose spiagge di Balos, Elafonissi e Falassarna