Eubea

Vicinissima alla terraferma, la splendida Eubea è ancora sconosciuta al turismo internazionale. Il luogo perfetto per chi non ama le località affollate!

Tra tutte le isole greche, Eubea (detta anche Evia o Negroponte) è una delle più grandi, seconda solo a Creta, e una delle più facili da raggiungere grazie alla sua vicinanza ad Atene e alla terraferma, alla quale è collegata tramite un ponte. Vanta un suggestivo paesaggio montagnoso, spiagge bellissime bagnate da un mare cristallino, cittadine vivaci e villaggi caratteristici.

Insomma, ha tutte le carte in regola per essere una star del turismo internazionale. Invece, è un tesoro sconosciuto al di fuori della Grecia: il turismo vive di ospiti nazionali, tra cui molti ateniesi che scelgono l’isola di Eubea per i loro weekend al mare.

Molto più economica delle isole più famose, Eubea è il luogo giusto per chi vuole conoscere la cultura greca autentica e mescolarsi alla gente del posto, un popolo generoso e ospitale.

Quando andare a Eubea

Dati i facili e frequenti collegamenti con Atene, Eubea si può visitare tutto l’anno. Naturalmente, l’estate è il periodo migliore per andare a Eubea perché con le giornate soleggiate e le alte temperature potrete godervi le bellissime spiagge dell’isola.

Anche a Eubea il mese di agosto è il più affollato, ma essendo meno turistica rispetto ad altre isole greche è possibile riuscire a spuntare dei buoni prezzi anche in alta stagione.

Dove dormire a Eubea

Eubea è un’isola molto grande, di questo è bene tener conto quando si sceglie dove dormire. Ci sono città più sviluppate, che offrono buoni collegamenti con le altre località dell’isola e molti servizi, ed altre più tranquille.

Sebbene l’isola sia pressoché sconosciuta ai turisti italiani, il turismo a Eubea è ben sviluppato e c’è quindi un’ampia scelta di hotel, appartamenti e stanze presso privati, ben distribuiti nelle diverse fasce di prezzo. I prezzi sono generalmente più bassi delle altre isole greche.

Chalkida

Chalkida (o Calcide) è il principale punto di collegamento con la terraferma e qui sono sorti numerosi hotel per accogliere gli ateniesi che vengono sull’isola a trascorrere il fine settimana. È la soluzione più comoda, sia per la facilità ad arrivare sia per la quantità di negozi, bar e servizi, particolarmente consigliata a chi vuole uscire la sera.

Kimi

Una delle zone più turistiche di Eubea è quella di Kimi (o Kymi), una bella cittadina lungo la costa orientale. È un ottimo punto di partenza per escursioni verso le principali attrazioni turistiche dell’isola, vanta un lungo litorale, belle spiagge nei dintorni e caratteristici edifici storici con meravigliosi balconi in ferro battuto.

Da Kimi partono i traghetti per Skiros ed è quindi la scelta consigliata per chi vuole combinare le due isole in un’unica vacanza.

Edipsos

La città di Edipsos (o Loutra Edispou) è una delle più famose località termali della Grecia, una spa all’aria aperta che ha attirato visitatori fin dall’antichità. Nelle sue acque calde curative fecero il bagno imperatori antichi e celebrità dei nostri tempi come Marco Aurelio, Onassis e Greta Garbo.

È un po’ più cara della media di Eubea, ma val la pena spendere un po’ di più per aggiungere un tocco di relax alla vostra vacanza. Potrete scegliere tra più di 80 sorgenti termali, tutte immerse in un paesaggio ricco di vegetazione e alcune proprio in riva al mare, perfette per rilassarsi al suono delle onde!

Eretria

Eretria è una cittadina lungo la costa ovest dell’isola, sviluppatasi a partire da uno dei più antichi insediamenti abitati di Eubea. È la scelta ideale per gli amanti di storia e cultura.

Limni

Limni è una graziosa cittadina, ex villaggio di pescatori, con taverne tipiche, dimore signorili e un porto con cui è collegata a Chalkida ed Edipsos e altre isole vicine.

Altre località

Altre località con una buona scelta di alloggi che possono costituire un’ottima base per una vacanza sono Rovies, Pefki, Amarinthos e Karistos.

Spiagge di Eubea

Con tanti chilometri di costa durante la vacanza a Eubea potrete scegliere tra spiagge diversissime, ma tutte ancora autentiche e poco affollate.

Le spiagge di Eubea situate lungo la costa interna, che si affaccia verso l’entroterra, sono generalmente sabbiose e digradano dolcemente. La costa egea invece è rocciosa e frastagliata, con piccole spiagge ricavate in calette spesso difficili da raggiungere, perfette per chi ama le spiagge selvagge o vuole riposarsi in solitudine.

Ecco le spiagge da non perdere a Eubea:

  • Chiladou, spiaggia mista di sabbia e ciottoli ai piedi del monte Dirfi
  • Kalamos, meravigliosa spiaggia lungo la costa orientale, vi farà sentire lontani da tutto
  • Agia Anna, nella parte settentrionale. Una delle più ampie e frequentate dell’isola
  • Heliadou, spiaggia dall’aspetto selvaggio, molto apprezzata da chi ama fare campeggio
  • Rovies, poco famosa, un po’ difficile da trovare, è la scelta migliore per chi vuole trascorrere una giornata in santa pace
  • Soytsini, splendida spiaggia circondata da una pineta

Cosa vedere a Eubea

Su un’isola di grandi dimensioni come Eubea, ricca di attrazioni paesaggistiche e culturali, non ci si può proprio annoiare.

Città di Chalkida

Ognuna delle località consigliate per dormire merita una visita, ma se avete poco tempo a disposizione sicuramente val la pena fermarsi a Chalkida. Il simbolo della città è il vecchio ponte nello stretto di Euripo, che rappresenta uno dei collegamenti con la terraferma nonché uno dei pochi ponti a scorrimento ancora oggi usati.

Altri edifici caratteristici sono la fortezza Karababa (visitabile all’interno), costruita originariamente dai romani e poi modificata da ottomani e veneziani, e il Kokkino Spiti o Casa Rossa della famiglia Maliou, un esempio di fine archittetura, aperta occasionalmente per eventi e celebrazioni.

Resti archeologici di Eritrea

Anche Eubea, come ogni località greca del resto, è ricca di testimonianze dell’antichità. Le rovine più interessanti che si possono vedere sull’isola sono tutte situate a Eritrea e comprendono il Teatro Antico, il tempio di Apollo Daphnephoros, il Tempio di Iside e la Tomba di Eros.

Chiese e moschee

Tra gli edifici religiosi più interessanti dell’isola non si possono non nominare la moschea Emir Zade e la chiesa Aghia Paraskevi a Chalkida; il monastero bizantino di Moni Agiou Nikolaou Galataki, l’eremo di Aghios Christodoulos e le chiese di Zoodoxos Pigi e Genisi Theotokou a Limni.

Musei

Gli appassionati di storia, arte e cultura locale troveranno a Eubea un paio di interessanti musei tra cui il Museo Archeologico di Chalkida, il Museo del Folklore di Kimi, il Museo Archeologico di Eritrea e il Museo di Idrobiologia a Limni.

A Kimi è possibile anche visitare la casa di Georgios Papanikolaoy, un medico greco famoso per aver messo a punto il pap test.

Cosa fare a Eubea

Eubea non può vantare la movida di Mykonos o il glamour di Santorini, ma i suoi centri principali offrono comunque opportunità di svago e divertimento.

Tra le attività sportive una della più popolari è la pesca subacquea, mentre ad agosto potrete assistere alla tradizionale pesca del calamaro.

Le montagne dell’isola offrono buone opportunità per fare trekking e, nei mesi invernali, persino alpinismo. Se invece cercate relax assoluto dirigetevi in una delle stazioni termali dell’isola: oltre a Edipsos ci sono anche Gialtra e Ilia.

Come raggiungere Eubea

L’isola di Eubea non dispone di aeroporto. Il modo più semplice per raggiungerla è volare su Atene e da lì prendere un bus per Chalkida: il viaggio in bus da Atene a Eubea dura poco più di un’ora. È possibile prendere il bus per Chalkida anche da Salonicco.

Un’altra possibilità per chi vola su Atene è di prendere un battello dal porto di Rafina, a soli 15 km dall’aeroporto della capitale.

Eubea è collegata via nave con poche località, tra cui le isole di Skyros e Alonissos.

Mappa

Alloggi Eubea

Cerchi un alloggio a Eubea?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Eubea
Mostrami i prezzi