Covid-19: la Grecia è aperta ai turisti italiani

Grecia Continentale

La Grecia continentale è ricchissima di attrazioni: spiagge, città, villaggi, rovine, montagne e meravigliose sorprese. Un mondo da scoprire!
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Vacanza in Grecia è stata per decenni sinonimo di gita ad Atene o soggiorno sulle isole. Ma, forse stanchi dell’island hopping o semplicemente desiderosi di conoscere più a fondo un paese e una cultura che hanno molto in comune con noi, i turisti italiani stanno mostrando sempre più interesse per la Grecia continentale.

È un territorio ampio ed estremamente variegato, dalla forma irregolare che si può sommariamente descrivere come un corpo centrale con una propaggine a tre dita a nord (la Penisola Calcidica) e un’appendice a tre punte a sud (il Peloponneso).

La Grecia continentale è senz’altro la meta top per chi è irresistibilmente attratto dalle rovine antiche: Atene, Olimpia, Micene, Sparta, Delfi e altri luoghi-simbolo della classicità greca si trovano sulla terraferma, così come splendidi musei, anfiteatri e santuari meno noti ma di grande fascino.

La Grecia continentale è anche una valida alternativa alle isole per chi vuole fare una vacanza di mare: la sua costa frastagliata nasconde insenature e spiagge da sogno bagnate da acque limpide e azzurre. Da nord a sud, lungo la costa est e lungo la costa ovest, siete certi di trovare tutto quel che vi aspettate di trovare nelle isole: bel mare, spiagge da sogno, buon cibo, calda ospitalità.

Montagna in genere non viene mai associata alla Grecia, ma sarebbe una buona idea iniziare a farci un pensierino… i monti nel nord della Grecia, così come il Peloponneso, sono mete ideali per rilassanti vacanze nel verde, lontani dal chiasso della modernità.

E poi ci sono i monasteri di Meteora, lo shopping a Salonicco, il trenino del Pelos, le città multiculturali della Tracia… in Grecia continentale c’è qualcosa per tutti, dagli amanti del turismo comodo ai viaggiatori avventurosi in cerca di mete insolite.

L’importante è sapere dove andare, e per questo c’è la nostra mini-guida alla Grecia continentale: suddivisa in regioni e macro-aree, contiene le località più belle per ogni zona. Scegliere dove andare quest’anno in Grecia sarà facilissimo!

Attica

Attica è la regione meridionale della Grecia che comprende nel suo territorio la capitale del paese. In maniera ovvia, Atene è la star turistica della regione: famosa in tutto il mondo per la sua splendida Acropoli sovrastata dal Partenone, il simbolo della classicità, è una metropoli affascinante che pulsa di energia. Una meta ideale per un fantastico soggiorno di due o tre giorni… di sicuro vorrete fermarvi più a lungo!

Atene è anche il punto di partenza per una vacanza nelle isole greche. Dal Pireo, principale porto della Grecia, partono i traghetti che permettono di raggiungere sia le isole famose sia quelle meno note e prive di aeroporto.

Il resto della regione rimane sempre fuori dai circuiti turistici internazionali mentre attira un forte turismo locale. Nei mesi estivi molte località di mare dell’Attica, in particolare quelle della Costa di Apollo, vengono letteralmente prese d’assalto dagli ateniesi, soprattutto nei weekend.

Peloponneso

Il Peloponneso è la regione più famosa della Grecia continentale, merito delle gloriose città del passato di cui oggi possiamo ammirare le rovine. Parliamo di Olimpia, culla dei giochi olimpici, Micene, regno di Agamennone, e Sparta, città-stato eterna rivale di Atene: tre nomi indelebili nella memoria collettiva, legati a storie e leggende che sono il fondamento della cultura europea e mediterranea.

Anche se formalmente è ancora considerata una penisola, il Peloponneso è diventato un’isola con il taglio del canale di Corinto a fine Ottocento. Si raggiunge facilmente in traghetto dall’Italia grazie alla presenza del porto di Patrasso e non serve spostarsi altrove per fare una vacanza memorabile: la regione offre un’incredibile quantità e varietà di cose da vedere e da fare.

Impossibile riassumere in un paragrafo le attrazioni da non perdere nel Peloponneso: questa regione concentra tutto il meglio di una vacanza in Grecia. Oltre ai luoghi del mito (e qui obbligatoriamente va aggiunto Epidauro con il suo magnifico teatro), in Peloponneso si possono visitare zone remote e tradizionali come la Penisola del Mani, spettacolari gole, rovine bizantine, paesaggi montani. Si può anche vivere l’idillio bucolico della regione di Arcadia.

Inutile dire che per chi vuole fare una vacanza di mare c’è un’ampia scelta di località. Kalamata è perfetta per chi vuole combinare bel mare e atmosfere urbane, Nauplia è più romantica; la più bella spiaggia del Peloponneso è però Voidokilia, a 7 km da Pylos.

Grecia Centrale

La Grecia Centrale è una delle più amate dagli appassionati di storia. È il cuore geografico della Grecia moderna, ma è anche il cuore simbolico della Grecia antica: in questa regione si trova infatti Delfi, la città del celebre oracolo, che per gli antichi rappresentava il centro del mondo e il luogo in cui gli umani potevano entrare in comunicazione diretta con gli dei.

Altri luoghi legati al mito sono il Monte Parnaso, oggi meta popolare per gli appassionati di sci, e l’Antica Tebe.

Le cittadine di mare della regione, affacciate sul Golfo di Corinto o sul mar Egeo, sono mete di turismo locale da prendere in considerazione se non amate le località balneari molto turistiche: segnatevi i nomi di Galaxidi, Nafpaktos, Messolongi. L’equivalente per chi invece ama natura e trekking è il Parco Nazionale dell’Iti.

Tessaglia

Alla Tessaglia è bastata una sola attrazione per diventare una delle zone della Grecia continentale più visitate. È in questa piccola regione centro-orientale che si trovano Le Meteore, sei affascinanti monasteri antichi arroccati in cima a dei pinnacoli di roccia arenaria.

Si possono visitare con una gita in giornata da Atene, ma è un viaggio lungo e non permette di assaporare in pieno la magia di questo luogo: meglio fermarsi a dormire una notte o più a Kalambaka o a Kastraki, le due cittadine che sorgono ai piedi delle montagne rocciose su cui sorgono i monasteri.

Se volete fare una vacanza di mare in Tessaglia la meta per voi è la Penisola del Pelio, un lussureggiante tratto di costa lungo cui si incontrano spiagge e cale che non hanno nulla da invidiare a località balneari più note. Volos è la città da cui partire per esplorare la penisola.

Se invece preferite la montagna potete salire in cima alla vetta simbolo della Grecia, il mitico Monte Olimpo.

Epiro

Molti turisti italiani passano per l’Epiro ma pochi si fermano: arrivano al porto di Igoumenitsa e se ne vanno subito verso altre destinazioni. È un peccato: questa piccola regione nel nord-ovest della Grecia nasconde dei tesori da non perdere.

Merita senz’altro una sosta Ioannina, graziosa e vivace cittadina universitaria adagiata lungo le sponde di un lago. Fermatevi almeno una notte per avere il tempo di visitare con calma il centro cittadino, fare una gita in barca all’isola di To Nisi e godervi la serata in una dei tanti localini del centro.

Un’attrazione imperdibile per appassionati di natura ed escursionismo è la Zagorohoria, un’incantevole zona montuosa di gole (tra cui la spettacolare Gola di Vikos), foreste e villaggi dove il tempo sembra essersi fermato.

L’Epiro è da prendere in considerazione anche da chi vuole fare una vacanza di mare lontano dalle località balneari più note della Grecia. Parga è una validissima opzione: belle spiagge, mare splendido, romantico centro storico e hotel dal buon rapporto qualità/prezzo.

Macedonia

La regione greca della Macedonia viene spesso confusa con la Macedonia del Nord, che è invece una repubblica indipendente, e con la Macedonia storica, un ampio territorio oggi suddiviso tra sei diverse nazioni.

La Macedonia greca è dunque una porzione della Macedonia storica. Si tratta una regione molto ampia, che occupa gran parte della Grecia settentrionale e comprende al suo interno realtà completamente differenti… il che significa che la Macedonia è una meta adatta a tanti diversi tipi di vacanza.

Perfetta per un insolito city-break è Salonicco, la seconda città della Grecia. Seppur meno affascinante di Atene, al pari della capitale offre una quantità di musei, negozi e locali sufficienti per riempire con soddisfazione due o tre giorni. Sono presenti spiagge cittadine facilmente raggiungibili, non certo le più belle della Grecia ma adatte a un tuffo rinfrescante dopo le visite ai musei.

Per una vacanza di mare studiatevi bene la cartina della Penisola Calcidica: è una penisola formata a sua volta da tre penisole (Kassandra, Sithonia e Monte Athos), tre dita che si infilano nell’Egeo settentrionale. Lungo i 500 km di costa di questa zona si susseguono spiagge e baie incantevoli, tutte da scoprire: ce n’è per tutti i gusti, da affollatissime party beach a cale solitarie dove nessuno verrà a disturbarvi.

Se volete combinare in un’unica vacanza mare, monti e mito fate base a Litohoro, una piccola località situata lungo la costa nord-est della Grecia continentale, a ridosso delle pendici orientali dell’Olimpo.

Tracia

La Tracia è l’avamposto nord-orientale della Grecia continentale: incastonata tra la Bulgaria e la Turchia, è una zona remota dove si respira un’atmosfera di confine. Pochi turisti italiani si spingono fin qui, e non tanto per la lontananza ma perché la Tracia non corrisponde all’immagine della Grecia da cartolina.

L’identità multiculturale di questa regione è stata plasmata nei secoli dal susseguirsi di imperi e flussi migratori che hanno lasciato tracce evidenti di popoli e culture diversi: qui le chiese convivono con le moschee, la moussaka con il kebab, la lingua greca con il turco e il pomacco (dialetto bulgaro).

È una meta molto affascinante, consigliata a viaggiatori curiosi in cerca di destinazioni insolite e a chi ama le suggestioni multiculturali. Le attrazioni non mancano.

Le città sono le mete migliori per assaporare in pieno il melting pot culturale che caratterizza la regione: potete fare tappa a Alexandroupoli, la città principale situata lungo la costa, oppure a Xanthi, Orestiada o Komotini.

La vera meraviglia della Tracia però, ancora pressoché sconosciuta ai turisti italiani, sono i suoi paesaggi naturali. Il Delta dell’Evros e il Parco Nazionale di Dadia-Lefkimi-Soufli sono due mete imperdibili per appassionati di sentieri nella natura e di birdwatching. Non perdetevi i Monti Rodopi se cercate trekking poco battuti o giornate adrenaliniche a base di rafting e gite in kayak.