Delfi

Città dell'oracolo e ombelico del mondo: con le sue rovine antiche costruite su ripidissimi monti Delfi è misteriosa, ammaliante, suggestiva.

Delfi e oracolo: un legame inscindibile. Tappa fondamentale per gli appassionati di Grecia antica e per chi cerca i luoghi del mito, il nome di Delfi è indissolubilmente legato al più venerato e rispettato oracolo della religione greca.

Secondo le credenze antiche, l’oracolo era una donna, la Pizia, sacerdotessa del tempio di Apollo a Delfi: era lei che circondata da misteriosi vapori pronunciava l’atteso e talvolta temuto responso. La sua risposta, seppur enigmatica, condizionava profondamente le scelte del consultante su temi anche molto seri, come la decisione di entrare in guerra o il luogo esatto in cui fondare una nuova città.

Passeggiando per i monti dal paesaggio aspro su cui sorgono le rovine antiche non è difficile farsi pervadere dal misticismo e desiderare di poter invocare ancora oggi un potente oracolo per chiarirsi le idee sulle questioni importanti.

Purtroppo non troverete nessuno a dirvi cosa fare nella vita, in compenso però vi attendono i resti di costruzioni millenarie immerse in un contesto naturale di straordinaria bellezza, emozionanti tramonti, un vivace centro cittadino ricco di bar e ristorantini tipici e una moltitudine di sentieri per camminare in tutta pace.

E non dimenticate che Delfi è l’ombelico del mondo, o almeno così credevano gli antichi: merito delle due aquile lanciate da Zeus in direzioni opposte, che si reincontrarono proprio qui a Delfi. Un motivo per cui proprio a Delfi ci sarà: venite a scoprirlo.

Cosa vedere a Delfi

La maggior parte dei turisti arriva a Delfi con un tour in giornata per visitare le attrazioni legate alle antiche leggende che hanno resa famosa questa città in tutto il mondo e che certamente rappresentano le attrazioni top.

Se però si ha un po’ di tempo in più val la pena fermarsi perché ci sono altre cose interessanti da vedere a Delfi, seppur meno note.

Sito archeologico di Delfi Antica

Le rovine del Tempio di Atena Pronaia

Delfi Antica è il motivo per cui tutti vengono qui, un luogo magico senza tempo. Quel che possiamo ammirare oggi purtroppo non dà l’idea dell’opulenza e della magnificenza di questa città nei tempi antichi, ma è sufficiente per comprenderne l’importanza e per farsi sedurre dal fascino millenario di questi luoghi.

Superate le biglietterie un’antica via sacra lastricata in pietra vi condurrà lungo le pendici della montagna verso le rovine antiche.

L’attrazione da non perdere a Delfi Antica è naturalmente il Santuario di Apollo, considerato la dimora dell’oracolo.

È un complesso di edifici, strade, statue e colonne dominato dal Tempio di Apollo, risalente al IV secolo aC, e comprendente anche un teatro e uno stadio (considerato il meglio conservato di tutta la Grecia). Dalle gradinate più alte del teatro si gode di una splendida vista sulla città antica e sulle montagne in cui è immersa.

Le altre attrazioni del parco archeologico comprendono l’antico gymnasium, la fonte Castalia dove i fedeli si purificavano prima di consultare l’oracolo e il santuario di Atena Pronaia che comprende anche una tholos del IV secolo aC.

Quest’ultimo è il monumento più fotografato di Delfi: si tratta di una struttura circolare formata da un basamento a tre gradini su ci poggiavano 20 colonne. Attualmente se ne possono vedere tre, ricostruite negli anni ’40 in modo da rendere evidente la distinzione tra le parti originali (più chiare) e quelle del restauro (più scure).

Museo Archeologico di Delfi

Delphi 330 54, Grecia (Sito Web)

Molti dei tesori dell’Antica Delfi sono stati spostati in una sede idonea alla conservazione e all’esposizione: il Museo Archeologico di Delfi, un’attrazione imperdibile per gli amanti della Grecia classica, della storia e dell’arte.

Moderno e funzionale, è un magnifico museo che conta ben 14 stanze. I pezzi forti della collezione sono la Auriga, una statua in bronzo che celebra una vittoria durante i Giochi Pitici del 478 o 474 aC, e la scultura delle Tre Danzatrici sulla sommità della Colonna di Acanto.

Potrete inoltre ammirare frammenti di metope provenienti dal Tesoro degli Ateniesi, parti del fregio del Tesoro dei Sifni, i cosiddetti gemelli di Argo (due kouroi, statue di giovani uomini) e l’omphalós, una pietra scolpita che nell’antichità era posizionata nel punto che veniva considerato il centro del mondo.

Casa museo di Sikelianos

Delphi 330 54, Grecia

Imperdibile per tutti gli amanti del teatro e della storia greca è la Casa-museo Sikelianos. Ospitato all’interno di un’elegante casa del primo Novecento, il museo è interamente dedicato al poeta greco Angelos Sikelianos e alla moglie Eva Palmer, che si impegnarono per far tornare Delfi ad essere uno dei centri nevralgici del teatro in Grecia.

In esposizione troverete fotografie del poeta e della moglie intenti a ricreare le solenni atmosfere del teatro antico.

Centro europeo di Delfi

Delfi 330 54, Grecia (Sito Web)

Non solo antichità: Delfi è una città moderna in cui i fermenti culturali sono più che mai vivaci, come dimostra la fondazione del Centro Europeo di Delfi, un centro culturale voluto dall’ex primo ministro Costantino Karamanlis per promuovere la cultura a Delfi e farne un punto di riferimento internazionale.

Il centro viene usato per spettacoli, mostre e conferenze e comprende anche un interessante parco di sculture.

Sentieri e percorsi trekking

Il modo migliore per ammirare i paesaggi mozzafiato di Delfi e dintorni è a piedi, camminando lungo percorso escursionistici dal respiro epico.

A circa 18 km da Delfi si trova la magnifica Grotta Corycian, la più grande del Parnaso, un tempo luogo in cui Pan e le ninfe venivano adorate. Si può raggiungere a piedi con un’affascinante seppur impegnativa camminata: se decidete di farla vi servirà l’intera giornata; partite con abbigliamento adeguato al trekking e scorte di acqua e cibo.

Un’altra camminata piuttosto popolare è quella che porta da Delfi a Chrissò e Kirra, più semplice rispetto alla precedente perché in larga parte in discesa.

Dove dormire a Delfi

Delfi è una delle località turistiche della Grecia più visitate e l’offerta di hotel e b&b è piuttosto ampia; sono invece pochi gli appartamenti e le case vacanza.

Chi viaggia low cost non avrà difficoltà a trovare una stanza senza pretese in una guesthouse o un piccolo hotel a gestione famigliare; chi invece desidera maggiore comfort può scegliere tra hotel 3 o 4 stelle, compresi alcuni boutique hotel e alberghi di lusso con piscina.

Gli alloggi a Delfi si concentrano nella parte moderna della città, da cui si può facilmente raggiungere Delfi Antica. Nonostante l’ampia offerta, è sempre consigliabile prenotare in anticipo.

Come raggiungere Delfi

Il modo più semplice e veloce per raggiungere Delfi è noleggiare un’auto. La città dista circa 170 km da Atene e si può raggiungere facilmente percorrendo l’autostrada E75.

Chi preferisce spostarsi con i mezzi pubblici può prendere un autobus da Atene; la durata del viaggio è di circa tre ore e le corse sono giornaliere. Non è invece possibile arrivare a Delfi in treno perché le due città non sono collegate.

Un’altra possibilità è quella di visitare Delfi con un tour in giornata in partenza da Atene oppure potete scegliere un tour più lungo che abbina anche la visita a Le Meteore.

Biglietti di ingresso e attività

Quelli che seguono sono i biglietti e i tour più richiesti a Delfi che vi consigliamo di non perdere.

Dove si trova Delfi

Vedi gli Hotel in questa zona
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Località nei dintorni

Condividi