Elafonissos

25 km di costa, un solo villaggio, un numero sufficiente di spiagge da sogno per innamorarsene perdutamente: ecco in breve l'isola greca di Elafonissos.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Elafonissos è l’isola greca perfetta per chi pensa “nella botte piccola c’è il vino buono”. In soli 19 chilometri quadrati condensa una quantità ideale di spiagge da sogno bagnate da un mare strepitoso: abbastanza per non annoiarsi, non troppe per non andare in panico quando è ora di scegliere quale vedere. Tra queste c’è anche una delle top 10 spiagge della Grecia.

Piccola di dimensioni, Elafonissos (o Elafonisos) ricoprì nel passato un’importanza strategica e nei secoli fu abitata da greci, arabi, veneziani e inglesi. Qualche reminiscenza veneziana ancora un po’ si nota.

Chiamata anche Cervi, un nome curioso dal momento che qui cervi non se ne vedono, non va confusa con la celebre spiaggia di Elafonissi a Creta. Si trova a sud del Peloponneso, la frastagliata penisola nella Grecia meridionale, alle stesse latitudini delle Cicladi; un tempo era anch’essa parte del Peloponneso, ma si staccò in seguito a un terremoto.

Il tratto di mare che la divide dalla terraferma è breve, ma lunga è la distanza dagli aeroporti e dai porti internazionali, motivo per cui Elafonissos è rimasta a lungo al di fuori degli itinerari turistici classici. Fino a pochi anni fa era il rifugio di camperisti e centauri in cerca di mete poco blasonate. Oggi il numero di turisti è aumentato esponenzialmente, ma Elafonissos ha ancora un fascino autentico, bella ma un po’ caotica nell’architettura e nelle strade non servite da mezzi pubblici.

Dimenticate gli hotel di design di Santorini, le feste trasgressive di Mykonos e gli impeccabili servizi turistici delle isole più famose. La minuscola Elafonissos si fa amare per le acque cristalline, le spiagge sabbiose da cartolina e poco altro; i divertimenti non mancano, ma non aspettatevi una scatenata vita notturna: di bar per trascorrere la serata c’è una buona scelta, di club per ballare fino a tardi ce n’è uno solo.

È un’isola per molti ma non per tutti, vuoi perché ci vuole un po’ di sforzo per arrivare, vuoi perché i gusti son gusti. Se cercate gli eccessi, glamour e vita mondana da un lato, silenzio assoluto dall’altro, non fa per voi. Se volete un mix tra pace, paesaggi e servizi è il posto giusto.

Per il mare inutile dirlo che siete nel posto giusto: con una vacanza in Grecia non si sbaglia mai.

Spiagge di Elafonissos

Le spiagge di Elafonissos sono indiscutibilmente l’attrazione top dell’isola, il vero motivo per cui i turisti vengono qui. Vediamo le più belle.

Spiaggia di Simos

Simos è la regina delle spiagge di Elafonissos: non solo la più bella dell’isola, è considerata una delle più belle di tutta la Grecia e dunque è una tappa obbligata per chiunque venga in vacanza qui. Situata lungo la costa sud-orientale, è un arenile sabbioso dalle atmosfere caraibiche che occupa gran parte della baia di Saracenico.

Facile da raggiungere, sicura, dotata dei servizi essenziali e soprattutto bellissima, Simos è una spiaggia amata in egual misura da coppie, famiglie con bambini piccoli e anime solitarie. In luglio e agosto è molto affollata, ma essendo molto grande è possibile trovare un angolino più tranquillo.

La spiaggia è divisa in due zone distinte da un sottile istmo di sabbia che conduce a un piccolo promontorio: la zona più piccola è molto frequentata perché riparata da vento e correnti; la più grande è ideale per chi non ama la confusione, ma bisogna mettere in conto la possibilità di vento forte e onde. In genere vengono entrambe indicate con il nome di Simos, ma in alcune guide potete trovare il nome di Sarakiniko per la più grande e Fragos per quella più piccola.

Se cercate una spiaggia attrezzata andate nella zona piccola, dove sono presenti due stabilimenti balneari; la zona grande è libera e selvaggia.

Ciò che non cambia è la loro bellezza: in entrambe le spiagge la sabbia bianchissima viene lambita da un mare cristallino di uno splendido colore azzurro chiaro; completano questo meraviglioso paesaggio dune di sabbia alte fino a 10 metri e alberi di cedri.

La spiaggia di Simos si raggiunge con un breve percorso a piedi dal parcheggio. Dall’arenile invece si può raggiungere a piedi la cima del promontorio, un perfetto punto panoramico per ammirare entrambe le spiagge in unico colpo d’occhio.

Altre spiagge da non perdere a Elafonissos

La seconda spiaggia più famosa di Elafonissos è Spiaggia Panaghia2, situata nella parte opposta dell’isola. Viene chiamata anche Kato Nisi (isola di sotto) ed è una spiaggia di sabbia dorata; dal mare turchese emergono qua e là alcuni isolotti rocciosi.

Kato Nisi rappresenta un buon mix tra bellezza del paesaggio e comodità: si raggiunge facilmente in auto e il parcheggio si trova proprio a ridosso della spiaggia; in gran parte è libera, ma è possibile noleggiare lettini e ombrelloni in una piccola zona.

La spiaggia “cittadina” di Elafonissos, è Kontogoni Beach3, situata nel paesino principale. È una spiaggia attrezzata alle cui spalle si estende una lunga fila di bar e ristoranti, perfetta per chi vuole stendersi al sole senza tirare fuori l’automobile e per godersi un aperitivo al tramonto con vista mare.

Poco distante da Kontogoni si trova Kalogeras Beach4, dove troverete una sabbia più fina e molto meno confusione. Una spiaggia ancora meno nota è la minuscola Lefki, una cala bianca non lontana da Simos.

Se in attesa di imbarcarvi per Elafonissos o prima di riprendere la via dell’aeroporto non volete perdere l’occasione di un tuffo, Pouda Beach5 è una possibilità da tenere in considerazione.

Cosa vedere a Elafonissos

Elafonissos è la classica isola per vacanze solo mare, priva di attrazioni storiche e culturali di rilievo, ma questo non significa che manchino cose carine da vedere.

Agios Spyridon

6Elafonisos 230 53, Grecia (Sito Web)

La chiesa di Agios Spyridon è uno dei soggetti più fotografati di Elafonissos. Si tratta della tipica chiesetta greca bianca e blu, resa più suggestiva rispetto ad altri simili edifici religiosi perché costruita su un isolotto disabitato. L’effetto è quello di una chiesa sospesa sul mare e incorniciata da alberi di cedro. Costruita nella seconda metà dell’Ottocento, è dedicata al santo patrono dell’isola di Elafonissos.

Non serve la barca per visitare Agios Spyridon: l’isolotto su cui sorge è collegato a Elafonissos da un ponte, pertanto si raggiunge facilmente a piedi.

Pavlopetri

7Pavlopetri, Grecia

A proposito di tesori, e stavolta parliamo di realtà storica non di mitologia, non si può non nominare Pavlopetri, la città sommersa che giace al fondo delle acque intorno a Elafonissos. Si tratta di un’antica città risalente al 3000 aC., di cui oggi rimangono circa 15 edifici posti a una profondità di soli 3-4 metri.

Purtroppo non è possibile fare immersioni o avvicinarsi troppo in barca perché la zona è sottoposta ad un rigido controllo volto a evitare i furti di reperti archeologici.

Alcuni operatori locali organizzano escursioni in barca che prevedono la possibilità di fare snorkelling sopra ai reperti: si consiglia però solo a nuotatori esperti in quanto le barche devono stare ad una certa distanza. Scegliete con cura l’escursione a cui partecipare; se avete dubbi sulla sicurezza meglio lasciar stare.

Vaporaky

Un’imperdibile monumento naturale sono le rocce di Vaporaky, la cui forma ricorda vagamente quella di una barca.

Una leggenda greca racconta che si tratti di una nave pirata che giunse sull’isola secoli fa; nel momento in cui l’equipaggio tentò di attaccare una chiesa locale la nave venne pietrificata nella stessa posizione in cui la vediamo oggi.

Meno suggestiva è la spiegazione scientifica: si tratta di rocce levigate dall’erosione del vento e del mare.

Karokofolià

Natura e leggenda si intrecciano anche nella zona di Karokofolià, un’altura lungo cui si aprono numerose caverne che pare venissero usate un tempo come nascondiglio per i tesori dei pirati.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Dove dormire a Elafonissos

Il mare limpido della spiaggia di Simos

A Elafonissos è presente un unico centro abitato, omonimo all’isola e situato nella punta nord: si tratta del porto di attracco dei battelli dalla terraferma ed è qui che si concentra la quasi totalità degli alloggi vacanza.

Fino a pochi anni fa l’offerta alberghiera di Elafonissos era molto semplice, fatta di studios, b&b e pensioni graziosi ma dotati di servizi essenziali, adatti a turisti con poche pretese.

Oggi è più ampia e variegata, in particolare c’è una buona scelta di camere e monolocali situati nei pressi delle spiagge più vicine al centro; i più belli sono dotati di vista mare. Lo sviluppo del turismo ha portato anche all’apertura di un paio di hotel adatti a chi cerca qualche comfort in più.

Fuori dalla città di Elafonissos le scelte rimangono molto limitate… o inesistenti. Qualcosa si può trovare a Kato Nissi, un piccolo agglomerato di case nella parte occidentale dell’isola in corrispondenza della spiaggia omonima.

Poca scelta di hotel o appartamenti anche nei pressi della famosa spiaggia di Simos; a questi si aggiunge un solo campeggio. A causa della scarsità di alloggi, se volete dormire in questa zona vi consigliamo di prenotare con largo anticipo; tenete presente che non ci sono negozi o bar e sarete quindi costretti a spostarvi sempre per cena.

Quando cercate il vostro hotel o appartamento a Elafonissos ricordate che quest’isola ha un nome simile a una celebre spiaggia di Creta: fate attenzione a prenotare nel posto giusto, controllando che si tratti di un hotel o appartamento nel Peloponneso.

Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Elafonisos

Hotel
Capari Suites
Elafonisos - Main StreetMisure sanitarie extra
8,4Ottimo 81 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel
Elafonisos Diamond Resort
Elafonisos - Kato Nisi - PanagiaMisure sanitarie extra
8,3Ottimo 259 recensioni
Vedi Tariffe
Appartamento
Edem
Elafonisos - ElafonisosMisure sanitarie extra
7,8Buono 126 recensioni
Vedi Tariffe
Vedi tutti gli alloggi

Come raggiungere Elafonissos

Raggiungere Elafonissos dall’Italia è un po’ complicato perché non esistono voli o traghetti diretti. L’isola si raggiunge solo con un piccolo traghetto che parte da Pounta, una località del Peloponneso meridionale a circa 10 km dalla città di Neapolis. Le corse dei traghetti da Pounta a Elafonissos sono molto frequenti (uno ogni mezz’ora nei periodi di alta stagione) e la traversata dura solo 10 minuti.

Il problema è raggiungere Pounta. Il modo più semplice è prendere un aereo per Atene e noleggiare un’auto all’aeroporto; da qui arriverete al porto di Pounta in poco più di 4 ore percorrendo un tratto di autostrada a pagamento.

Un’altra possibilità è arrivare a Patrasso in nave dall’Italia imbarcando la propria auto. La distanza dal porto di Patrasso a Pounta è meno di 400 km ma calcolate 5 ore o più per arrivare perché dovrete attraversare alcune zone montane con strade tortuose.

In estate sono in servizio anche alcuni voli low cost per Kalamata, in questo caso i km da percorrere in auto scendono a 200 e impiegherete circa tre ore.

Arrivare a Elafonissos con i mezzi pubblici è molto complicato perché sono necessari numerosi cambi di autobus che aumentano a dismisura la durata del viaggio; per questo motivo lo sconsigliamo.

Video su Elafonissos

Dove si trova Elafonissos

L'isola di Elafonissos è bagnata dal Mar Egeo, tra la punta sud-orientale del Peloponneso (a nord) e l'isola di Citera o Cerigo (a sud).

Vedi gli alloggi in questa zona

Isole nei dintorni