Covid-19, si può viaggiare in Grecia?

Gli adempimenti necessari per visitare la Grecia in tempi di Covid, le novità sulle restrizioni di viaggio e i documenti richiesti per entrare nel paese.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Innanzitutto le buone notizie: è possibile entrare e viaggiare in Grecia! 😀

Per poter fare ingresso in Grecia occorre però presentare una serie di documenti e sottostare ad alcune condizioni, atti a contrastare l'emergenza Covid. Nonostante infatti dal 1° Luglio 2021 sia entrato in vigore il Green Pass, la certificazione unica nata per agevolare gli spostamenti nell'Unione Europea, ogni paese ha regole e richieste specifiche.

Vi invitiamo a leggere le informazioni presenti in questa pagina per sapere nel dettaglio quali sono i documenti necessari per viaggiare in Grecia e conoscere gli ultimi aggiornamenti in merito alle condizioni di ingresso e alle misure anti Covid adottate.

Covid-19 e viaggi in Grecia, aggiornamenti e situazione attuale


Al fine di facilitare l’utenza nelle valutazioni in vista di possibili viaggi in Grecia, si raccomanda di consultare attentamente la mappa, disponibile in inglese, predisposta dalle Autorità greche, che riporta la diffusione del contagio in ciascun’area del Paese, isole comprese, associando a ciascun livello d’allerta uno dei cinque colori utilizzati dal Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie (ECDC).
In generale, non è obbligatorio l’uso della mascherina negli spazi all’aperto, salvo in caso di assembramenti.

Rimane in vigore l’obbligo di mascherina al chiuso.

Per l’accesso ai luoghi chiusi è necessario esibire il certificato digitale Covid-UE (o un certificato vaccinale) o un certificato di guarigione dal Covid.

Si sottolinea che non è consentito l’accesso a chi sia in possesso esclusivamente di un tampone molecolare o di un tampone antigenico negativo.

Solo ai minorenni tra i 4 e i 17 anni è consentito l’accesso sulla base del risultato negativo attestato a seguito di self-test.

Gli unici luoghi chiusi in cui è possibile accedere senza restrizioni sono farmacie, supermercati e negozi di generi alimentari.

Per le attività di ristorazione all’aperto l’accesso è consentito presentando in alternativa il certificato digitale Covid-UE (o un certificato vaccinale), un certificato di guarigione dal Covid o un tampone molecolare (effettuato nelle 72 ore precedenti) o di un tampone antigenico negativo (effettuato nelle 48 ore precedenti).

Collegamenti internazionali
Indipendentemente dalla nazionalità e dalle modalità d’ingresso in Grecia (volo internazionale, traghetti, valichi via terra, etc.) tutti i viaggiatori (inclusi i MINORENNI che hanno già compiuto 12 anni) devono:

1. Compilare – al più tardi il giorno prima dell’arrivo in Grecia - un modulo online su questo sito (non accessibile con Internet Explorer), il Passenger Locator Form (PLF), con il quale devono fornire informazioni sul luogo di provenienza, sulla durata dei soggiorni precedenti in altri paesi e sull'indirizzo del proprio soggiorno in Grecia.

Si precisa che la pagina travel.gov.gr è gestita dalle Autorità greche e non dall’Ambasciata d’Italia ad Atene.

Per quesiti legati al funzionamento del sito e/o dubbi sull’ingresso nel Paese connessi alla compilazione del PLF è possibile contattare il numero di assistenza indicato dalle Autorità greche: (0030) 2155605151 (in inglese o greco), attivo dalle 9 del mattino alle 5 del pomeriggio dal lunedì al venerdì (ora di Atene, +1 ora rispetto all’Italia).

2. Presentare la Certificazione Digitale Covid-UE (cosiddetto “Green Pass”), purché questo attesti, in alternativa, a) il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni (il conteggio dei giorni parte dal giorno successivo a quello dell’ultima dose).

b) guarigione da Covid-19 negli ultimi sei mesi; c) test PCR negativo effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Grecia o test antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Grecia.
A oggi non risulta ancora l’esistenza di una normativa greca che ammetta espressamente l’ingresso nel Paese sulla base dell’esibizione di un Certificato digitale Covid-UE che attesta la vaccinazione con una sola dose (è il caso di chi, avendo contratto il Covid in passato, non ha potuto ricevere la somministrazione di entrambe le dosi).

Tuttavia, all’Ambasciata d’Italia ad Atene risulta che in numerosi casi le compagnie aeree abbiano consentito l’imbarco anche a sia in possesso di tale tipologia del certificato digitale Covid-UE.

Al fine di non avere problemi, si suggerisce di verificare per tempo con la compagnia aerea, responsabile del controllo della documentazione, se tale tipologia venga accettata o meno.

Ove ciò non sia ammesso, è sempre possibile effettuare un tampone, anche solo antigenico, ai fini dell’imbarco e dell’ingresso nel Paese.

Alternative al Certificato Digitale Covid-UE:
a) Certificato di vaccinazione che attesta il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni (il conteggio dei giorni parte dal giorno successivo a quello dell’ultima dose);
b) Test PCR negativo effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Grecia;
c) Test rapido antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Grecia;
d) Un certificato di guarigione dal Covid-19 rilasciato almeno 30 giorni dopo il primo test positivo.

Per la normativa greca il certificato di guarigione rilasciato in tal modo è valido fino a 180 giorni dopo il primo test positivo.

Qualora il certificato di guarigione in vostro possesso non abbia le caratteristiche previste dalla normativa greca appena descritta si raccomanda di valutare attentamente di ricorrere – in sostituzione del certificato di guarigione – a una delle altre alternative previste.

Tutti i certificati summenzionati possono essere in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo o greco e devono includere il nome della persona così come indicato in un documento di identità.
Ai passeggeri sprovvisti di PLF e di uno dei certificati di cui al punto 2) verrà rifiutato l’imbarco.

Rimane inoltre in vigore per tutti i passeggeri in ingresso la possibilità di essere sottoposti, a campione, a un test rapido effettuato all'arrivo in Grecia.

Il test a campione, qualora si venga selezionati, è obbligatorio: le Autorità greche si riservano il diritto di rifiutare l’ingresso nel Paese a coloro i quali si rifiutino di sottoporsi al test rapido.

In caso di positività al tampone rapido in ingresso – o al tampone eventualmente effettuato prima di rientrare in Italia - è previsto un periodo di isolamento obbligatorio per i viaggiatori risultati positivi e per i loro contatti prossimi.

Per un approfondimento sulle procedure di quarantena previste dalle Autorità greche in caso di positività al Covid-19 si raccomanda un’attenta lettura dell’approfondimento a cura dell’Ambasciata.



Maggiori informazioni sulle misure previste per l’ingresso in Grecia sono disponibili sul seguente sito, a cura della Protezione Civile greca: https://travel.gov.gr/#/.

Si attira l’attenzione sul fatto che sono previste regolamentazioni speciali in caso di ingresso in Grecia dall’estero per le imbarcazioni da diporto private e per le imbarcazioni turistiche, nonché per i valichi via terra (non tutti accessibili e, tra quelli accessibili, non sempre aperti 24 ore su 24).

Maggiori informazioni sono disponibili sull’approfondimento Coronavirus COVID-19.

Focus Grecia pubblicato sul sito dell’Ambasciata d’Italia ad Atene.

Collegamenti interni (Voli, Traghetti, altro)

Per tutti i mezzi di trasporto pubblici utilizzati per spostamenti tra prefetture diverse, tutti i viaggiatori MAGGIORENNI devono presentare all’imbarco, UNO TRA:
a) Certificato digitale Covid-19 (cosiddetto “Green Pass”);
b) Certificato di vaccinazione che attesta il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni;
c) Test PCR negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti l’imbarco; oppure test rapido antigenico effettuato nelle 48 ore antecedenti l’imbarco;
d) Certificato di guarigione rilasciato a seguito di un test PCR o mediante test rapido antigenico.

La normativa greca richiede che il certificato di guarigione venga rilasciato 30 giorni dopo il primo test positivo, con validità fino a 180 giorni dopo di esso.




PER I VIAGGIATORI MINORENNI DI ETÀ COMPRESA TRA I 4 e i 18 anni (ancora non compiuti) che viaggiano in Grecia è invece disponibile, oltre alle opzioni sopra descritte per gli adulti, la possibilità di presentare l’esito negativo di un self test effettuato nelle 24 ore antecedenti l’imbarco (clicca qui per scaricare l’apposito modulo, da presentare all’imbarco).


Per ulteriori informazioni relative all’ingresso nel Paese, agli spostamenti interni, ai centri di laboratorio dove fare i test o all’evoluzione della situazione coronavirus in Grecia, si raccomanda di consultare attentamente l’approfondimento Coronavirus COVID-19.

Focus Grecia pubblicato sul sito dell’Ambasciata d’Italia ad Atene e questo sito, a cura delle Autorità greche.

Ultimo aggiornamento: 05.12.2021 - informazioni tratte dal sito ufficiale del Ministero degli Esteri.

Data la situazione straordinaria causata dall'emergenza Coronavirus, le indicazioni e i requisiti per viaggiare possono cambiare spesso e con breve preavviso, consigliamo pertanto di monitorare gli aggiornamenti sul sito della Farnesina ViaggiareSicuri o sul sito della comunità Europea Re-Open, oltre che sui siti ufficiali della Grecia prima di intraprendere un viaggio.

Cosa fare per rientrare in Italia, tampone e PLF

Per rientrare in Italia è obbligatorio compilare un modulo online, il Passenger Locator Form (EU PLF), in cui dovrete inserire tutti i dettagli del viaggio, incluso il numero del volo e il posto a sedere sull'aereo.

E' necessario inoltre essere in possesso del Green Pass o in alternativa presentare un test Covid-19 con esito negativo, antigenico o PCR, effettuato nelle 48 ore antecedenti la partenza.

Nel caso in cui rientraste sprovvisti sia del Green Pass sia del test negativo dovrete sottoporvi a isolamento fiduciario di 10 giorni al termine del quale sarà necessario sottoporsi a un test molecolare/PCR o antigenico.

Situazione sanitaria in Grecia

Strutture sanitarie in Grecia

Le strutture sanitarie pubbliche sono mediamente affollate e, soprattutto nel periodo estivo, può diventare difficile ricevere l’assistenza necessaria in modo tempestivo. L’assistenza sanitaria nel Paese è, in generale, più che discreta. Tuttavia, va debitamente tenuto in considerazione, al momento della partenza, che in diverse località turistiche, in particolare le isole, non sono presenti strutture sanitarie in grado di trattare i casi più gravi, per i quali possono mancare attrezzature e medici specializzati. Si raccomanda pertanto di sottoscrivere un’assicurazione di viaggio prima della partenza (si legga con particolare attenzione la successiva sezione  "Avvertenze”).

Si segnala inoltre che negli ospedali pubblici i servizi di pronto soccorso sono disponibili sulla base di un sistema di turnazione, che può talvolta risultare insufficiente nel periodo estivo. 

L’elenco delle turnazioni degli ospedali puo’ essere consultato a questa pagina (in greco). 

Il personale medico in genere conosce le lingue straniere (inglese e talvolta l’italiano). Le farmacie sono numerose, ma anch'esse operano con un sistema di turnazione (la maggior parte sono chiuse il lunedì e il mercoledì pomeriggio, il sabato e la domenica tutto il giorno anche d’estate). Non sussistono particolari difficoltà nel reperire farmaci.

Avvertenze

I cittadini italiani che si trovano temporaneamente in Grecia (per esempio per turismo o brevi trasferte lavorative) possono fruire dell'assistenza sanitaria diretta presentando la Tessera Europea di Assicurazione Malattia - TEAM. Il possesso della tessera TEAM consente l'accesso alle strutture sanitarie pubbliche locali. Si ricorda tuttavia che in diverse località turistiche, in particolare nelle isole, non sono presenti strutture sanitarie in grado di trattare i casi più gravi, per i quali possono mancare attrezzature e medici specializzati. Si precisa che la TEAM non è un'alternativa all'assicurazione di viaggio.

Si raccomanda pertanto di sottoscrivere un'assicurazione sanitaria, con adeguato massimale, tale da coprire non solo le spese per eventuali cure mediche e terapie effettuate presso strutture ospedaliere e sanitarie locali, ma anche l'eventuale trasferimento aereo in un altro Paese o il rimpatrio del malato, nei casi più gravi anche per mezzo di aeroambulanza (i cui costi, a carico dei connazionali interessati, possono essere particolarmente elevati in caso di mancata copertura assicurativa).

In caso di viaggi turistici organizzati, infine, si suggerisce di controllare attentamente il contenuto delle assicurazioni sanitarie comprese nei pacchetti di viaggio e, in assenza di garanzie adeguate, si consiglia di stipulare polizze assicurative sanitarie individuali. Per maggiori informazioni sull'assistenza sanitaria in Grecia è possibile consultare questa pagina sul sito dell'Ambasciata d'Italia ad Atene.

 

Vaccinazioni obbligatorie in Grecia

Nessuna

Green Pass per entrare in Grecia

Il Green Pass, o Certificazione Verde Covid-19, è un documento in formato digitale (codice QR), emesso dal Ministero della Salute, che certifica una delle seguenti condizioni:

Dal 1° Luglio 2021 la Certificazione verde COVID-19 rende più semplice viaggiare in Grecia e in tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen.

Per tutte le informazioni e le domande a riguardo del Green Pass, vi rimandiamo al sito dedicato del Ministero della Salute.

Assicurazione di viaggio in Grecia

A causa dei contrattempi che potrebbero sorgere per via del Coronavirus l'assicurazione di viaggio è oggi più importante che mai, anche per viaggiare in Grecia.
Fino a qualche tempo fa infatti l'assicurazione sanitaria era stipulata soprattutto da chi viaggiava fuori dall'Europa, ma oggi è imprescindibile: basti pensare a un volo perso causa tampone positivo o al rischio di ammalarsi in viaggio.

Se non disponete già di una polizza assicurativa, assicuratevi di farlo prima di prenotare un qualsiasi viaggio e prestate attenzione alle condizioni. Per aiutarvi nella scelta abbiamo creato una pagina dedicata che confronta le più importanti assicurazioni di viaggio.

Codici sconto

Grazie agli accordi sottoscritti con le seguenti assicurazioni, potrete ottenere immediatamente uno sconto dal 5 al 15% o in altri casi uno sconto fisso in euro.

Sconto del 10%
in automatico
senza codice
Calcola Preventivo
Sconto del 15%
usando il codice:
MAX15
Calcola Preventivo
Sconto del 10%
usando il codice:
IMI15A
Calcola Preventivo
Sconto del 10%
usando il codice:
ASSVIAGSC3008
Calcola Preventivo
Sconto del 10%
in automatico
senza codice
Calcola Preventivo
Sconto del 10%
in automatico
senza codice
Calcola Preventivo
Sconto di 20€
in automatico
senza codice
Calcola Preventivo
Sconto di 10€
usando il codice:
CR10PY
Calcola Preventivo
Sconto del 5%
usando il codice:
WNFOUND
Calcola Preventivo
Sconto del 5%
usando il codice:
GTI5CS
Calcola Preventivo

Alcuni consigli

Come viaggiare sicuri in Grecia

Igiene

Lavate spesso le mani con acqua e sapone o in alternativa con gel disinfettante.
Quando tossite o starnutite coprire la bocca e il naso con fazzoletti monouso o, se sprovvisti, fatelo nell'avambraccio. Evitate di toccare occhi, naso e bocca con mani non igienizzate.

Distanza

Mantenete sempre una distanza di almeno 1,5 metri con le persone non conviventi ed evitate gli assembramenti.

Mascherina

Usate sempre la mascherina sui mezzi pubblici e in luoghi al chiuso, anche quando la distanza è superiore a 1,5 metri.

Biglietti online

Utilizzare il più possibile i biglietti elettronici sia sui mezzi di trasporto che quando visitate un'attrazione. Prenotare online i biglietti spesso vi consente oltretutto di risparmiare.

Siti ufficiali istituzioni italiane