Amorgos

Là dove il mare è più blu spunta Amorgos, una splendida isola per vacanze da sogno lontani dalle rotte turistiche più battute.

Amorgos è l’isola del blu: il blu intenso del mare, così bello da soggiogare anche il regista Luc Besson mentre cercava le location per Le Grand Blue, e il blu del cielo notturno, ricchissimo di stelle grazie all’assenza di inquinamento luminoso.

È un’isola bellissima, ma non dolce ed accomodante: le rocce sono scoscese, il vento è incessante, le strade spesso ripide ed accidentate. Un’unica strada asfaltata la attraversa da nord a sud toccando tutti i centri abitati.

A chi non si lascia spaventare da queste piccole scomodità Amorgos regala ricordi indimenticabili di meravigliosi paesaggi naturali, caratteristici villaggi, simpatici e gentilissimi abitanti locali, passeggiate nella natura e cenette in taverne deliziose.

Quando andare a Amorgos

Il clima di Amorgos è mediterraneo, perfetto per chi ama il caldo e il sole: l’inverno è mite, mentre l’estate è calda e soleggiata.

Il periodo migliore per andare a Amorgos è l’estate, ma se potete evitate i mesi di luglio e agosto e preferite giugno o settembre: troverete meno gente e prezzi degli hotel più convenienti.

Dove dormire a Amorgos

L’offerta di alloggi a Amorgos è buona: potrete scegliere tra deliziosi hotel, appartamentini con vista mare, stanze in affitto presso privati. Se viaggiate in luglio e agosto, i mesi più affollati, è consigliabile prenotare con largo anticipo.

Sono tre i centri principali dell’isola, ognuno con una sua atmosfera: Chora, Katapola e Aegiali.

Katapola è la cittadina più turistica, dove si concentra la maggior parte di hotel e appartamenti. Qui troverete una gran quantità di negozi, bar e servizi e per questa sua comodità è consigliata a chi viaggia con bambini.

Aegiali è il secondo porto dell’isola, un grazioso paesino con tanti localini che si affacciano sulla baia. È consigliata a viaggiatori giovani e coppie che cercano un po’ di divertimento in spiaggia. Non troverete la movida di Mykonos, ma un paio di lounge bar carini, perfetti per cocktails e musica.

Chora è il capoluogo dell’isola ed è forse la cittadina più caratteristica, ma la scelta di alloggi è inferiore.

Spiagge di Amorgos

Con più di 100 km di costa l’isola di Amorgos offre una varietà di spiagge e calette adatta ad accontentare tutti i patiti del mare.

La spiaggia più celebre dell’isola è Agia Anna, non lontana da Chora, una spiaggia di sassi nel punto dell’isola in cui il mare è più bello: se ne accorse Luc Besson, che qui girò alcune scene chiave del film Le Grand Blue, donando al luogo una fama internazionale.

La spiaggia di Agia Anna

Nei pressi di Aegiali si trovano Ormos, spiaggia sabbiosa consigliata alle famiglie con bambini piccoli, e Agios Pavlos, una spiaggia di ciottoli bagnata da un mare incredibilmente limpido.

Altre spiagge da non perdere a Amorgos sono:

  • Klariotissa, spiaggia attrezzata nella zona di Kato Meria
  • Halara, spiaggia remota consigliata a chi vuole pace assoluta
  • Mouros, suggestiva spiaggia all’interno di una baia selvaggia

Cosa fare a Amorgos

Amorgos è un luogo ideale per una vacanza in pieno relax, oziando in spiaggia e degustando le specialità tipiche dell’isola nelle taverne tradizionali. Non dimenticatevi di assaggiare il liquore tipico dell’isola ovvero il rakomelo, una specie di acquavite con miele fatta in casa.

Una gita in  barca è sempre un’ottima idea quando si è in vacanza su un’isola mentre chi non riesce a stare fermo può approfittare del network di strade sterrate, sentieri e mulattiere dell’isola per fare suggestivi trekking lungo il mare oppure alla scoperta dei villaggi tradizionali.

Cosa vedere a Amorgos

L’attrazione più famosa di Amorgos è il monastero di Hozoviotissa, dalle pareti bianche come le tipiche chiesette greche ma dalla forma piuttosto inusuale, lunga e stretta. Schiacciato contro la scogliera, da lontano può sembrare una macchia di colore nella roccia.

Visto da lontano è di una bellezza mozzafiato – il contrasto tra il bianco e il color ruggine delle rocce è davvero spettacolare – ma non sono pochi i turisti che scelgono di visitarlo anche all’interno, affrontando un cammino non proprio semplicissimo che comprende più di 350 scalini.

 

Un altro monastero particolarmente suggestivo è quello di Profitis Ilias, ad un’altezza di ben 700 metri sul livello del mare; si raggiunge con una camminata di circa un’ora dal capoluogo.

Merita una visita la Chora, affascinante cittadina dal passato bizantino e veneziano, costruita su un promontorio roccioso. Salite al castello per la migliore vista panoramica, passeggiate tra le strette vie del centro o nel quartiere di Voreina, ricco di pozzi e ulivi, e fotografate i mulini a vento abbandonati di Troulos. Quando sentite il bisogno di una pausa prendete un caffè nella piazza Kalogerikos Milos, da cui potrete godere di una splendida vista sul mare.

Dedicate un po’ di tempo anche ai paesini dell’entroterra, come Tholaria e Langadda. Non c’è molto da fare, ma vanno visitati senza fretta per entrare nello spirito della gente del posto. 

Come raggiungere Amorgos dall’Italia

Non esistono voli diretti per Amorgos, pertanto l’unica possibilità è volare su Atene, collegata con alcune città italiane da voli low cost, e prendere un traghetto o un aliscafo dal porto del Pireo. Amorgos è raggiungibile via nave anche da Myknos, Santorini, altre isole della Cicladi e alcune isole del Dodecaneso.

L’isola ha due porti, uno a Aegiali e uno a Katapola (qui arrivano tutte le navi veloci), distanti 25 km l’uno dall’altro. Alcuni hotel offrono il transfer gratuito dal porto più vicino, mentre se arrivate all’altro porto vi faranno pagare una piccola quota.

Mappa

Alloggi Amorgos

Cerchi un alloggio a Amorgos?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Amorgos
Mostrami i prezzi