Naxos

La mitica Naxos è un'isola dove prendere il sole su spiagge di sabbia morbissima, esplorare pittoreschi villaggi di montagna e sorseggiare un buon liquore.

Naxos (detta anche Nasso), isola del mito di Arianna, è la più grande e la più fertile delle Cicladi. Tra famose località turistiche, spiagge isolate, villaggi caratteristici, siti storici e un monte alto più di 1000 metri trovano spazio anche coltivazioni di ulivi, vigneti, fichi, limoni e patate.

Un tempo centro importantissimo delle civiltà greca e bizantina, è oggi una delle 4 isole greche più famose e visitate assieme a Santorini, Mykonos e Paros.

Quest’isola meravigliosa è certamente perfetta per una romantica vacanza di coppia, ma anche per cuori solitari: gli ottimi vini prodotti sull’isola vengono considerati efficaci antidoti contro il mal d’amore fin dai tempi antichissimi di Arianna…

Il finale della sua storia è più che lieto, così come sarà la vostra vacanza a Naxos.

Dove dormire a Naxos

Non sapete dove prenotare la vostra sistemazione a Naxos? Ecco le località che vi consigliamo di scegliere come base e perchè.

Naxos Chora

Naxos (detta anche Hora, Chora o Naxos Chora), capitale e porto principale dell’isola, è una pittoresca città sulla costa ovest.

Abbastanza grande per non annoiarsi ma sufficientemente piccola per essere girata a piedi, Naxos ha un caratteristico centro storico con un intrico di ripide viette dove perdersi è al tempo stesso facile ed emozionante.

Il centro storico è diviso in due borghi veneziani ben riconoscibili: Bourgos, dove anticamente vivevano i greci, e Kastro, la cittadella dei romani.

Quest’ultima, arroccata su una collina a ridosso del lungomare, è la zona più affascinante della città: fu costruita nel 1207 per volontà del duca veneziano Marco Sanudo e ancora oggi gironzolando per il Kastro potete ammirare splendide ville veneziane.

Essendo la principale località turistica dell’isola, Naxos Chora è anche quella con la più ampia scelta di alloggi: moltissimi sono gli appartamenti in affitto, ma anche ville e case vacanza; troverete inoltre hotel di tutte le categorie, dal lussuoso 5 stelle design all’economico 2 stelle a conduzione famigliare.

Strutture consigliate a Naxos Chora

hotelVedi tutti

Halki

Per avere un’idea di com’era Naxos prima del boom turistico visitate l’antica capitale dell’isola, Halki: è uno stupendo villaggio nella regione montagnosa della Tragaea.

La vivace Naxos Chora è a soli 15 minuti di macchina, ma sembra lontana anni luce: Halki è adatta a chi ama lasciar scorrere il tempo, magari curiosando tra i negozietti tipici e le gallerie d’arte, indugiando nei piaceri culinari della regione o fotografando le splendide ville storiche del centro.

Quasi tutti i turisti visitano Halki con una gita in giornata, ma per godere appieno della sua atmosfera magica occorre fermarsi fino a sera, quando i visitatori mordi e fuggi se ne sono andati.

L’offerta di alloggi è molto scarsa: non sono presenti hotel, ma solo un paio di appartamenti, case vacanze e camere in affitto presso privati. Se volete fermarvi per la notte a Halki vi consigliamo di prenotare con largo anticipo.

hotelAlloggi a Halki

Agia Anna e Agios Prokopios

Agia Anna e Agios Prokopios sono due tra le spiagge più popolari di Naxos, attorno alle quali sono stati costruiti diversi appartamenti e case vacanza; potrete trovare anche qualche hotel.

Qui è possibile trovare alloggi con un ottimo rapporto qualità/prezzo, soprattutto se cercate una sistemazione di categoria media.

Sono località consigliate a chi vuol fare una tipica vacanza di mare, con la possibilità di raggiungere belle spiagge senza spostare la macchina. Meglio ancora: poiché molti appartamenti e hotel della zona sono dotati di piscina, potrete fare un tuffo senza nemmeno uscire di casa!

Strutture consigliate a Agia Anna

hotelAlloggi a Agia Anna hotelAlloggi a Agios Prokopios

Plaka

Plaka è un’altra popolare località turistica di Naxos che offre  un’ampissima varietà di alloggi, tra appartamenti, hotel e case: è probabilmente la scelta migliore se cercate una sistemazione di media categoria o molto economica.

hotelTutti gli alloggi a Plaka

Spiagge di Naxos

Le spiagge di Naxos sono lunghi arenili di sabbia finissima, con fondali bassi e acque cristalline che non hanno nulla da invidiare alle paradisiache spiagge dei Caraibi.

Quali sono secondo noi le spiagge più belle di Naxos? Queste:

  • Agios Georgios: la spiaggia urbana di Naxos Chora è un grazioso arenile appena a sud del lungomare cittadino, che per la sua comodità e le acque poco profonde è consigliata anche a famiglie con bambini piccoli. Può essere affollata, ma essendo molto lunga vi basterà camminare un po’ per trovare un angolo più tranquillo.
  • Agia Anna e Agios Prokopios: le due spiagge più belle nei dintorni della capitale, con sabbia morbissima e mare limpido. Le graziose taverne che si affacciano sulla spiaggia sono perfette per uno spuntino gustoso o una romantica cena vista mare.
  • Glyfada e Kastraki: due belle spiagge nella costa sud-ovest, consigliate a chi cerca un compromesso tra comodità e tranquillità.
  • Panormitis e Glidos: solitarie e suggestive spiaggette lungo la costa est, sono il rifugio ideale per chi vuole sfuggire alla massa di turisti italiani  e nordeuropei nelle località intorno alla capitale.
  • Grotta Beach: raggiungibile con una breve camminata dalla piazza principale di Naxos Chora si trova questa graziosa spiaggia di sabbia e ciottoli, dove i venti del nord soffiano forti e le onde si infrangono vigorose sulle rocce. Molto suggestiva, ma non adatta a nuotatori poco esperti o famiglie con bambini piccoli.

Cosa vedere a Naxos

Villaggi

Le principali località turistiche sono perfette come basi per esplorare l’isola, ma è nei suoi villaggi e borghi tradizionali che vive la vera anima di Naxos. La visita ai paesini sarà uno dei ricordi più belli della vostra vacanza.

Apiranthos è una tappa imprescindibile durante una vacanza a Naxos: abbarbicato lungo i fianchi dell’aspro monte Fanari a soli 10 km da Halki, questo villaggio di montagna ha una fiera identità che lo distingue nettamente dagli altri villaggi di Naxos.

I suoi abitanti sono quasi discendenti di cretesi rifugiatisi a Naxos per sfuggire alla repressione dei Turchi e parlano una lingua particolarissima, diversa dal greco che potrete ascoltare nelle altre località dell’isola.

Troverete anche qui un centro con strette vie lastricate di marmo, fiancheggiate da negozi di artigianato e gallerie d’arte, ma qualcosa nell’atmosfera del villaggio e nell’atteggiamento dei suoi abitanti  vi farà sentire in un posto unico.

Altri affascinanti villaggi di montagna sono Filoti, Chalki e Koronas, mentre un caratteristico borgo di pescatori è Apollonia, un avamposto solitario perfetto per chi vuole entrare in sintonia profonda con quest’isola dal respiro antico. Occhio però alle folate di vento!

Musei

Se vi avanza un po’ di tempo dagli oziosi pomeriggi in spiaggia e dall’esplorazione dell’affascinante entroterra dell’isola, date un’occhiata ai musei di Naxos:

  • Museo Mitropolis: espone frammenti e reperti rinvenuti da una città micenea del periodo 13-11 secolo AC; la città fu abbandonata in seguito all’innalzamento del mare, che faceva presagire un possibile allagamento.
  • Museo Veneziano Della Rocca-Barozzi: elegantissima casa-torre del Duecento, ancora abitata in alcuni mesi dell’anno e adibita a musei nei mesi di maggior affluenza turistica. Potrete vedere come vivevano e si vestivano gli aristocratici veneziani stanziati a Naxos.
  • Museo Archeologico, Museo di Storia Naturale,  Museo di Geologia: tre interessanti musei nel centro storico del villaggio di Apiranthos.

Templi e chiese

Anche l’isola di Naxos può vantare i suoi templi antichi. L’incompiuto Tempio di Apollo, noto anche come Portara (che significa “porta d’ingresso”) è diventato uno dei simboli della città di Naxos.

Un’altra vista impressionante è il Tempio di Demetrio, risalente al secolo VI aC: non è molto grande, ma è interessante e potrete dare un’occhiata anche all’annesso museo. Le rovine si trovano a sud del villaggio di Sangri.

A 2.5 da Halki sorge Panagia Drosiani, una delle chiese più antiche e affascinanti di tutta la Grecia, al cui interno troverete tante piccole caverne: alcune di queste furono usate dalle monache e dai sacerdoti per insegnare la lingua greca alla popolazione locale durante gli anni dell’occupazione turca.

Cosa fare a Naxos

Attività sportive

L’isola di Naxos è un paradiso per chi ama il mare ma si annoia a star steso al sole per ore. Potrete alternare le ore in spiaggia a emozionanti passeggiate lungomare o nell’entroterra tra villaggi, boschi e chiese antiche. Vi consigliamo di procurarvi una mappa escursionistica perché non sono molti i sentieri tracciati.

Un’altra attività molto popolare a Naxos è il kitesurfing, praticato nelle spiagge più ventose, quasi tutte situate lungo la costa ovest.

Gite in barca

Se volete una prospettiva diversa dalla solita spiaggia ma senza far fatica potete partecipare a una delle numerose crociere giornaliere in catamarano o barca a motore che vengono organizzate dagli operatori turistici locali.

Sono disponibili anche escursioni in barca alle isole vicine.

Degustazioni

Non potete lasciare Naxos senza aver assaggiato il Kitron, il liquore tipico dell’isola prodotto con una varietà particolare di limone. Il luogo migliore per assaggiarlo è la storica distilleria Vallindras nella piazza principale di Halki, che produce kitron dal 1896.

Come arrivare a Naxos

Sull’isola di Naxos esiste un piccolo aeroporto che non ha collegamenti diretti con l’Italia: la cosa più semplice è volare sulla vicina isola di Mykonos e da lì prendere un traghetto per Naxos.

Se i collegamenti aerei si riducono a pochi voli nazionali, la situazione è completamente diversa per i traghetti: Naxos ha moltissimi collegamenti via mare con altre isole greche, compresa Creta.

Curiosità: il mito di Arianna

Vi siete mai chiesti da dove deriva l’espressione “piantare in asso”? È una contrattura di “piantare in Nasso” e si riferisce alle vicende mitologiche di Arianna, la fanciulla che aiutò Teseo a fuggire dal labirinto del Minotauro.

Dopo essere scappato da Creta assieme a lei, Teseo abbandonò la fanciulla sull’isola di Nasso, ma la povera sconsolata ebbe presto la sua rivincita: a innamorarsi di lei e a volerla sposare fu nientemeno che Dioniso, il dio del vino.

Con un’isola così bella a noi non dispiacerebbe affatto essere piantati in Nasso…

Mappa

Cerchi un alloggio a Naxos?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Naxos
Mostrami i prezzi