Icaria

Sulle tracce di Icaro, volate da una baia all'altra dell'isola.

Icaria è un’isola montuosa e ricca di vegetazione dell’Egeo nordorientale dove è ancora intenso il ricordo del mito di Icaro. La natura è ancora vergine e selvaggia, la catena montuosa Atheras attraversa l’isola nella sua lunghezza e forma valli ricche di vegetazione lussureggiante, ruscelli e corsi d’acqua che si riversano sulle coste scoscese a sud o più dolci a nord.

Il porto e capoluogo dell’isola è Agios Kirikos, fondato sul pendio di una collina, riconoscibile dai balconi delle case coperti di fiori. Di notevole interesse il piccolo Museo Archeologico con reperti di epoca neolitica, del Geometrico e di epoca romana.

Icaria nasconde molti paesini pittoreschi e splendide spiagge, soprattutto nella parte meridionale dell’isola, che possono essere scoperti con una gita in battello, ad esempio Lefkadas, con bellissime baie riparate dal vento, o Therma, dove esistono sorgenti di acque termali famose sin dall’antichità. Infine c’è Gialiskari, una delle località costiere più belle dell’isola.

Icaria ha un suo aeroporto, nella parte settentrionale dell’isola, a 12 chilometri da Agios Kyrikos, ed è raggiunto facilmente nel corso dell’anno da voli di 40 minuti dall’aeroporto di Atene e da Creta, Salonicco e Lesbo. I collegamenti via mare sono ottimi da Samos, il porto del Pireo, Syros, Mykonos, Fourni, Samos e Chio. Una vota a settimana un traghetto collega Salonicco a Icaria e le altre isole dell’Egeo nordorientale.

Da non perdere

  • Il Castello bizantino di Koskina è stato costruito nel X secolo e si trova sulla cima di una montagna che domina il borgo di Kosikia, nel centro di Ikaria. All’interno del castello si trova la chiesa diAgios Georgios Dorganas mentre all’esterno sarà la vista a conquistarvi.
  • Il tempio di Artemide a Nas risale al VI secolo a. C., il periodo tardo minoico, ed è stato costruito per onorare la dea madre Artemide, protettrice dei marinai, dei cacciatori e degli animali selvaggi. Il molo del porto antico e il pavimento del santuario sopravvivono ancora sulla spiaggia di Nas mentre al largo della costa si possono vedere le massicce colonne del tempio.
  • Delle Terme romane costruite durante il periodo ellenistico sono visibili le mura diroccate. Praticando lo snorkeling potrete ammirare i resti sommersi della città scivolata in mare nel 205 a. C. dopo un violentissimo terremoto. Le acque termali sfociano direttamente in mare e sono il luogo ideale per un bagno.
  • I resti dell’Odeon bizantino si trovano vicino al villaggio di Kampos, nella parte settentrionale dell’isola. Costruito nel I secolo d. C., doveva essere diviso in 3 sezioni: la scena, l’orchestra e la cavea.

Mappa

Alloggi Icaria

Cerchi un alloggio a Icaria?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Icaria
Mostrami i prezzi